Wta Dubai 2020, Simona Halep è la regina: ma applausi per Rybakina

Simona Halep - Foto Ray Giubilo

Simona Halep vince il torneo Wta di Dubai. Sul cemento outdoor grandissima affermazione della giocatrice rumena che supera una straordinaria Elena Rybakina con lo score finale di 3-6 6-3 7-6(5) dopo quasi due ore e mezzo di estenuante battaglia. Per la Halep si tratta del ventesimo titolo in carriera.

L’inizio di partita è già molto equilibrato con le due giocatrici che riescono a tenere i rispettivi turni di servizio sino al sesto game quando la kazaka brekka Halep, allunga sul 5-2 e poco dopo chiude i conti sul 6-3. La numero due del mondo però non ha nessuna intenzione di mollare la presa e risponde per le rime: Halep si porta sul 4-1 15-40 con due occasioni di volare sul 5-1, ma Rybakina è straordinaria e in qualche modo accorcia sul 4-3. L’ottavo game è infinito, Simona riesce ad avere la meglio e forza la partita al parziale decisivo.

Break e controbreak tra il quarto e il quinto game con i ritmi che si fanno sempre più serrati, gli scambi si allungano e nessuna delle due giocatrici riesce a prevalere sull’altra. Halep brekka la sua avversaria sul 5-5, va a servire per il match ma Rybakina non accetta la sconfitta e allunga il match al tie-break decisivo. Sotto 4-5 Halep infila tre punti consecutivi e si aggiudica il torneo.