Wta 1000 Cincinnati 2022: ok Swiatek, Kvitova, Pegula e Jabeur. Straordinaria Raducanu

Emma Raducanu Emma Raducanu, Indian Wells 2022 - foto Ray Giubilo

Emma Raducanu, Petra Kvitova, Jessica Pegula e Iga Swiatek hanno infiammato il secondo turno del Wta 1000 di Cincinnati 2022. La britannica ha sorpreso meravigliosamente una campionessa come Vika Azarenka con un incredibile 6-0, 6-2, offrendo seguito al successo messo in pratica a discapito della regina Serena Williams. Prestazione super peraltro della campionessa Slam ceca, la quale non ha lasciato respiro a una Sorana Cirstea, seppur quest’ultima in ottima forma; Kvitova ha chiuso i conti con un eloquente 6-2, 6-3. Ottima peraltro la padrona di casa Pegula, come sopra anticipato, straordinaria nel recuperare un set di svantaggio alla marmorea Marta Kostyuk; l’ucraina, dopo aver eliminato Camila Giorgi e vinto il primo set contro la rivale statunitense, ha totalizzato un totale di tre game nell’arco dei successivi due set: 6-1, 6-2. Non male peraltro Ons Jabeur, seppur sofferente contro l’americana Caty McNally; terzo set al cardiopalma e vittoria della favorita tunisina, avente maggiore classe e più esperienza, per 6-3, 4-6, 7-6(7). Da evidenziare peraltro le affermazioni di Shuai Zhang ed Elise Mertens, le quali hanno sconfitto rispettivamente Ekaterina Alexandrova per 6-3, 6-4 e Karolina Pliskova per 7-6(3), 6-3. Da rimarcare la rilevanza del successo della belga, in particolare, brava a superare una rivale in grande forma ultimamente, peraltro sul veloce tanto caro alla ceca. Iga Swiatek, sul finire della serata italiana, ha domato il talento di Sloane Stephens per 6-4, 7-5; alcune difficoltà di troppo nel chiudere i conti, ma la numero uno del mondo, tatticamente sempre ineccepibile, non ha lasciato spazio a scenari diversi chiudendo nel momento critico della partita.

TABELLONE

MONTEPREMI

Avanza agli ottavi di finale la bielorussa Aryna Sabalenka, dominante nel match contro la russa Anna Kalinskaya prima del ritiro di quest’ultima. A decidere il primo set il break della numero 7 al mondo nel quarto game, mentre nel secondo parziale Kalinskaya è stata costretta a rinunciare al match sul punteggio di 4-1 e con due battute già perse nel primo e quinto game. Grande successo quello dell’australiana Ajla Tomljanovic, che si è imposta in tre set contro la numero quattro al mondo Paula Badosa con lo score di 6(3)-7 6-0 6-2. Primo set molto combattuto e deciso al tie-break, prima del dominio della 29enne negli ultimi due parziali, nei quali gha strappato per ben cinque volte la battuta all’avversaria.