Wimbledon 2022, Kyrgios: “Djokovic è una sorta di Dio, ora ho bisogno di vacanza”

Nick Kyrgios Nick Kyrgios - Foto Ray Giubilo

Djokovic è come un Dio, non mentirò. Penso di aver giocato bene, congratulazioni a lui e al suo team”. Nick Kyrgios riconosce la grandezza del suo avversario al termine della finale di Wimbledon 2022, persa in quattro set dal serbo. Non sono mancati i classici momenti di nervosismo da parte dell’australiano, che però ha avuto modo di scherzarci su. “Ringrazio giudice di sedia e raccattapalle, credo che abbiamo avuto dei rapporti tesi – ammette – Sono molto stanco, ma sono state due settimane splendide. Sono felice, il risultato più importante della mia carriera. Ora un po’ di vacanza”. 

About the Author /

Classe 1992, studente di Giurisprudenza e diplomato al Conservatorio con il sogno del giornalismo. Amo lo sport a 360°, anche perché il mio paesino da 17.000 abitanti ha cresciuto un calciatore di Serie A e della nazionale come Legrottaglie, una medaglia olimpica di volley come Mastrangelo, e l'ormai certezza della marcia Palmisano. E poi ci sono io, mancato numero 1 Atp, cui rimedio sproloquiando come redattore anche su Tennis World Italia