Wimbledon 2019, Djokovic in finale: “Nadal o Federer? Impossibile scegliere”

Novak Djokovic - foto Ray Giubilo Novak Djokovic - foto Ray Giubilo

Novak Djokovic è pronto a tutto. Questo il tenore della conferenza stampa tenuta dal fenomeno serbo al termine della vittoria in quattro set contro Roberto Bautista Agut, nella semifinale di Wimbledon 2019. Sulla partita appena affrontata, Djokovic commenta: “Avevo perso due volte contro di lui quest’anno, su superfici differenti. Per me è stato cruciale il terzo set, essere riuscito a breakkarlo dopo una serie di scambi estenuanti è stato fondamentale nell’economia della partita. Nel quarto, poi, ho giocato il mio miglior tennis. In ogni caso Bautista è un giocatore molto sottovalutato, penso abbia meritato le semifinali e gli auguro il meglio“.

Riguardo il fatto di aver avuto gran parte del pubblico a sfavore, Djokovic minimizza: “L’assenza di tifo del Centrale? Mi sono concentrato su quello che facevo in campo, non l’ho notata. Penso sia normale che la gente lo volesse far tornare in partita e poi c’è il sentimento di empatia per un underdog: è comprensibile. In ogni caso ho ricevuto sempre molto supporto qui negli anni“.

In finale Novak è atteso da un match in ogni caso piuttosto complesso: “Federer o Nadal? È impossibile scegliere. Nadal sta giocando molto bene su erba, in una superficie che non ha mai molto gradito. Se giocassi contro di lui non mi aspetto null’altro che una partita simile a quella giocata l’anno scorso in semifinale. Con la speranza che possa finire nello stesso modo. Su Federer, beh, sapete quanto sia eccezionale. Questa superficie sublima le sue qualità. Lui ama giocare in maniera rapida, togliendo il tempo al proprio avversario. Contro di lui ho giocato delle finali epiche a Wimbledon, quindi so cosa aspettarmi“.