Us Open, Naomi Osaka e la dedica speciale: “Ai miei antenati. Se penso a loro, non posso perdere”

Naomi Osaka Naomi Osaka - Foto Roberto Dell'Olivo

Naomi Osaka ha vinto il titolo agli Us Open femminili, battendo in finale la bielorussa Victoria Azarenka in tre set, con il punteggio di 1-6 6-3 6-3. Durante e dopo il trionfo, c’è spazio per tre dediche speciali: una mascherina che porta il nome di un afroamericano ucciso dalla polizia americana, la maglia di Kobe Bryant e infine anche un tweet pubblicato nel pomeriggio: “Vorrei ringraziare i miei antenati perché ogni volta che ricordo che il loro sangue scorre nelle mie vene mi torna in mente l’idea di non poter perdere”, ha scritto sui social.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio