Us Open 2020, Osaka: “Perdere la finale in meno di un’ora sarebbe stato imbarazzante”

Naomi Osaka - Foto Roberto Dell'Olivo

“Mi congratulo con Vika, è stata una partita durissima. Mi hai ispirato molto quando ero più piccola, la seguivo sempre, e per me è stata una grande opportunità giocare con lei oggi. Voglio ringraziare il mio team per aver continuato a credere in me nonostante non siano sempre andate bene le cose. Voglio ringraziare tutti gli operatori che hanno lavorato perché questo torneo andasse bene. Ho pensato che sarebbe stato imbarazzante perdere la finale in meno di un’ora, quindi ho cercato di reagire dopo l’inizio“. Lo ha detto Naomi Osaka dopo la finale degli Us Open 2020 vinta contro Victoria Azarenka. La giapponese ha conquistato il suo terzo Slam in carriera: “Le mascherine simboliche? Le ho portate per cercare di far parlare di queste persone uccise in questi anni dalla polizia. Per me è stata una soddisfazione che le persone si siano rese conto di cosa stesse succedendo”, ha concluso.