Tennis, Masters 1000 Montecarlo: Murray e Raonic salvi al fotofinish

Andy Murray - Australian Open 2016 - Foto Bruno Silverii

Nei primi due match di giornata in programma al Monte Carlo Country Club, avanzano ai quarti di finale, soffrendo non poco, Andy Murray e Milos Raonic: il primo si sbarazza del francese Benoit Paire, dopo una maratona di due ore e trentatrè minuti, col punteggio di 2-6 7-5 7-5; il canadese, testa di serie numero 10 del seeding, supera al terzo set, 6-3 4-6 7-6 (5), il qualificato bosniaco Damir Dzumhur, protagonista di un eccellente torneo.

Il transalpino è abile nel primo parziale a strappare il servizio all’avversario per ben due volte, nel terzo e nel quinto game, chiudendo 6-2 in mezzora esatta e soffrendo ben poco sui propri turni di battuta: una sola palla break affrontata e salvata, infatti, nel corso del sesto gioco. Nel secondo set Murray si rende protagonista di una rocambolesca quanto prodigiosa rimonta: sotto nuovamente di due break, ottenuti dal numero 22 delle classifiche mondiali nel primo e nel terzo gioco, reagisce piazzando l’immediato contro-break nel quarto game, e pareggiando addirittura i conti nell’ottavo gioco, quando rimonta uno svantaggio di 40-0 e strappa ai vantaggi il servizio allo sfidante, più falloso e meno incisivo rispetto a prima. Tornato prepotentemente nel match sul 4-4, nel dodicesimo game, dopo aver recuperato nuovamente da un gap di 40-0, spreca malamente un set point, prima di chiudere 7-5, trascinando al terzo parziale una partita che solo mezzora prima sembrava ormai persa. Nel terzo e decisivo parziale Paire non sfrutta l’occasione di servire per il match, avanti 5-4 nel nono game, consentendo al tennista nativo di Glasgow di rientrare in partita e di aggiudicarsi un soffertissimo incontro, dopo aver salvato l’ennesimo break point nell’undicesimo gioco, col punteggio finale di 2-6 7-5 7-5.

Ai quarti di finale Murray sarà atteso proprio da Milos Raonic: il gigante nativo di Podgorica si è impone solo al tie-break del terzo set su un generosissimo Damir Dzumhur. Da valutare le condizioni fisiche del canadese, che dopo l’undicesimo game del terzo parziale ha richiesto un medical time-out per un leggero fastidio al ginocchio destro.

About the Author /

Classe 1992, nasco ad Avola ma sono originario di Pachino (Siracusa). Laureato in Lettere e studente di Italianistica a Pisa. Tifoso dell'Inter, ascolto sempre gli Eagles e adoro il tennis in tutte le sue sfumature. Un solo problema: credo ancora in Ernests Gulbis