Tennis, Kyrgios si cancella dagli US Open: “Ricordiamoci cos’è importante” (VIDEO)

Nick Kyrgios - Foto Roberto Dell'Olivo

Nick Kyrgios si è cancellato dagli U.S.Open 2020. Il tennista australiano ha comunicato la sua decisione di non partecipare al prestigioso torneo di tennis in un video pubblicato sui social, in cui ne spiega i motivi. “Caro tennis, facciamo un bel respiro e ricordiamoci cos’è importante, cos’è salutare e sicuro per la comunità” esordisce Kyrgios, “possiamo ricostruire il nostro sport e l’economia, ma non potremo mai recuperare le vite perse. Non ho alcun problema con la USTA che ha organizzato gli US Open e se i giocatori vogliono andare, è una scelta loro, finché tutti si comportano in modo corretto e sicuro. Nessuno vuole che le persone si tengano il lavoro più di me. Parlo per i ragazzi che lavorano nei ristoranti, chi pulisce, i controllori negli spogliatoi. Queste sono le persone che hanno più bisogno di riavere il lavoro. Ma tennisti, voi dovete comportarvi nell’interesse comune e lavorare insieme“.

Non potete ballare sui tavoli, prendere i vostri soldi in giro per l’Europa o provare a fare qualche dollaro organizzando un’esibizione. Quello è semplicemente egoista. Per una volta, pensate alle altre persone. Questo è ciò che riguarda il virus. Non guarda al ranking mondiale o a quanti soldi avete, comportatevi responsabilmente. Ai giocatori che hanno rispettato le regole, buona fortuna. Giocate a vostro rischio e pericolo, non ho problemi con quello. Quest’anno non giocherò agli US Open, mi ferisce nel profondo non essere là a competere in una delle arene migliori del nostro sport, Arthur Ashe Stadium. Ma lo faccio per le persone, i miei australiani, per le centinaia di migliaia di americani che hanno perso la vita, per tutti voi. È la mia decisione, che vi piaccia o no. E queste sono le mie motivazioni“, conclude così la lettera Nick Kyrgios.