Tennis, Fed Cup: Corrado Barazzutti: “Si riparte da zero”

Francesca Schiavone - Foto Ray Giubilo

Giorni di fremente attesa per sfida tra l’Italia di Fed Cup guidata dal capitano Corrado Barazzutti e la Francia di Amelie Mauresmo, valevole per il primo turno del World Group. Si giocherà sul veloce indoor del Palais des Sports, a Marsiglia, in una trasferta che si preannuncia tutt’altro che semplice. Torna in azzurro Francesca Schiavone, richiamata in Fed Cup a 3 anni e mezzo dall’ultima apparizione (aprile 2012 ad Ostrava contro la Repubblica Ceca). La Leonessa nel 2007, in semifinale a Castellaneta Marina, portò alla squadra tre preziosi punti sconfiggendo sia l’attuale capitano del team transalpino che Tatiana Golovin, trionfando poi anche in doppio al fianco di Roberta Vinci, grande assente del weekend. Appena vedo Amelie ricorderemo quelle sfide – ha confidato la 35enne tennista milanese – Questo e’ un nuovo gruppo, del nucleo storico e’ rimasta la Errani. Sto conoscendo le mie nuove compagne. Possiamo diventare un team affiatato“. Due battute anche sulle avversarie: “Giocano in casa e hanno due tenniste come la Mladenovic e la Garcia in grande crescita“. Giocherà sicuramente Sara Errani, pronta a dare tutta sé stessa per la causa: “E’ sempre un grande onore vestire la maglia azzurra – ha ribadito la romagnola – il campo non e’ molto veloce e per me e’ un’ottima cosa. Abbiamo ancora qualche giorno per adattarci e presentarci al meglio agli incontri di sabato e domenica“. Una ventata di freschezza e novità portata anche dalla debuttante Martina Caregaro, attuale numero 7 del tennis in gonnella azzurro. Ma non solo. Si respira un clima disteso e giocoso, tanto che per stemperare gli animi non sono mancati degli scherzi.

Corrado Barazzutti ha nascosto le scarpe di Francesca Schiavone sostituendole nella scatola con delle arance. L’Italia l’anno passato affronto’ la Francia anche in quella occasione al primo turno, quella volta tra le mura amiche, perdendo per 3-2 dopo essere stata avanti 2-0 dopo la prima giornata. Come a Genova, nella squadra francese ci saranno Kristina Mladenovic e Caroline Garcia, proprio coloro che portarono a casa i punti decisivi per la vittoria delle transalpine. “Genova e’ ormai alle spalle, dimenticata – ha voluto rimarcare Barazzutti – qui si riparte da zero. Abbiamo una squadra con una esordiente, la Caregaro, ma molto forte. E sappiamo di affrontare un team altrettanto forte e competitivo. Cosa dovremo fare per vincere? Semplice, giocare bene, possibilmente meglio delle nostre avversarie“.

About the Author /

Nato nel ’90 come Mario Balotelli, con cui ho in comune oltre l’età la passione per il calcio e le freccette, sono redattore presso Spazio Tennis e studio nel tempo perso. Potrei abbindolarvi dicendovi che amo il calcio champagne ed il tiki taka ma, in realtà, mi soffermo su piccoli particolari come i capelli di Lemina o l'alta percentuale di cross di Isla sugli stinchi avversari.