Sonego: “Atp Finals in casa? Stimolo incredibile. Djokovic può rinunciare ai tornei”

Lorenzo Sonego Lorenzo Sonego - foto Ray Giubilo

Per un torinese come me, le Finals in casa sono incredibili, rappresentano uno stimolo per arrivare a un livello da top 10. Ho già battuto dei top 10 nel recente passato, ma per raggiungere una classifica del genere devo trovare più continuità, riuscire a batterli ogni settimana, incontro dopo incontro. Mi serve un salto di qualità dal punto di vista mentale. Coppa Davis? Siamo un gruppo giovane, ci alleniamo spesso insieme e andiamo molto d’accordo fuori dal campo. Djokovic ha vinto tutto, lui pensa solo a essere sereno e divertirsi e, se non ritiene le condizioni vantaggiose per sé, può rinunciare ai tornei. Lorenzo Sonego si è così espresso in merito al finale di stagione e alle Atp Finals di Torino, ai microfoni dell’Ansa, presso il ristorante meneghino del noto cuoco Alessandro Borghese. Il tennista piemontese ha esplicato gli stimoli derivati dal Torneo dei Maestri, per poi offrire un giudizio sulla squadra di Coppa Davis e sulle recenti scelte di Novak Djokovic. Il numero al mondo, infatti, ha preferito non rivelare la sua condizione sanitaria in merito al vaccino, facendo dubitare colleghi e addetti lavori sul suo conto. Sonego ha evitato ogni tipo di polemica, proponendo delle dichiarazioni miti e di stima nei confronti di Djokovic, sconfitto in passato a Vienna.