Sinner al Tg1: “Sono molto felice, da piccolo ero più forte con gli sci”

Jannik Sinner - Foto Ray Giubilo

“È stata una settimana molto interessante. Dopo la finale ero strafelice. La finale è stata una dura battaglia, sono molto felice. Il mio segreto? Non ci sono segreti, c’è il duro lavoro con il mio team. Da piccolo ero molto più forte a sci, ma il tennis mi piaceva di più. Quando scii un errore ti condanna, a tennis hai sempre nuove chance”. Queste le dichiarazioni al TG1 del nuovo fenomeno del tennis mondiale Jannik Sinner, che si è preso la scena dopo la vittoria del suo primo titolo ATP in carriera imponendosi nel torneo di Sofia in finale contro Pospisil al terzo set. Poi qualche considerazione personale: “Il mio tennista preferito è Federer. Quello che temo di più? Fatico con giocatori come Medvedev e Mannarino, ma c’è sempre una soluzione per vincere la partita”. 

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio