Roland Garros, Zverev: “Brutti risultati negli Slam? Ecco cosa mi ha detto Federer”

Alexander Zverev - Internazionali BNL d'Italia 2018 Alexander Zverev - foto Adelchi Fioriti

Alexander Zverev tira un sospiro di sollievo dopo il secondo turno vinto in cinque set contro Dusan Lajovic al Roland Garros 2018. Il tennista tedesco, testa di serie numero 2 del tabellone maschile, ha rimontato anche uno svantaggio di due set a uno. “Non ho giocato al meglio nei primi tre set ma lui è un avversario difficile su terra. Nel quarto e nel quinto il mio servizio ha iniziato a funzionare anche se avvertivo un po’ di stanchezza“, ha analizzato Zverev in conferenza stampa atteso al definitivo salto di qualità anche negli Slam. “Dopo la sconfitta agli Australian Open con Chung, Federer mi ha detto che anche lui non aveva superato alcun quarto di finale sino ai 23 anni o giù di lì. Sentirlo dire dal tennista più forte di tutti i tempi mi ha aiutato. Cosa ho pensato quando ero sotto 2 a 1? Niente di particolare, è come essere sotto di un set in una partita due su tre. Noi tutti cerchiamo di non pensarci e di concentrarci solo sul come vincere il punto successivo“.

About the Author /

Classe 1992, studente di Giurisprudenza e diplomato al Conservatorio con il sogno del giornalismo. Amo lo sport a 360°, anche perché il mio paesino da 17.000 abitanti ha cresciuto un calciatore di Serie A e della nazionale come Legrottaglie, una medaglia olimpica di volley come Mastrangelo, e l'ormai certezza della marcia Palmisano. E poi ci sono io, mancato numero 1 Atp, cui rimedio sproloquiando come redattore anche su Tennis World Italia