Roland Garros, riecco Osaka: “Penso di stare bene e cerco di essere me stessa”

Naomi Osaka - Foto Antonio Fraioli

Non mentirò: quando sono venuto qui per la prima volta, ero molto preoccupata. Certo, non mi piaceva nemmeno come ho gestito la situazione, ma ero preoccupata che ci fossero persone che ho offeso in qualche modo e che le avrei incontrate. Ma penso che tutti siano stati davvero positivi, per la maggior parte. Ero anche molto preoccupata per questa conferenza stampa, perché sapevo che avrei ricevuto molte domande al riguardo. Certo, ci sto ancora pensando, e mi sto anche preparando nel caso in cui andassi in campo e un tifoso dicesse qualcosa come a Indian Wells. In generale, penso di stare bene. Mi sento come un cabarettista e sto cercando di capire cosa va bene e cosa non va. Sto analizzando ciò che posso dire e ciò che non posso dire. Ma generalmente, cerco di essere me stessa. Queste sono le recenti dichiarazioni di Naomi Osaka, che ha preso la parole durante una conferenza stampa antecedente all’inizio del Roland Garros. Dopo i problemi di gestione della pressione e dell’ansia, dall’atleta stessa ravvisati, la fragile pluricampionessa Slam è tornata sulla vicenda parigina esattamente un anno dopo il ritiro per problemi del genere appena menzionato. Osaka si è presentata serenamente davanti ai microfoni dello Slam francese, dicendosi in buono stato di salutar e alla ricerca di un nuovo modo per interagire con i giornalisti e il pubblico.