Roland Garros 2022, preview day 4: in campo Djokovic, Alcaraz, Zverev e Fognini

Novak Djokovic Novak Djokovic - Foto Antonio Fraioli

La giornata di mercoledì 25 maggio proporrà interessanti match valevoli per il secondo turno del Roland Garros 2022 agli appassionati di tennis. Sullo scenario suggestivo e peculiare di Parigi, Angelique Kerber aprirà il programma sul Centrale Philippe-Chatrier sfidano la padrona di casa Elsa Jacquemot; dopo l’esordio complesso per la tedesca vincitrice a Strasburgo, superiore a Magdalena Frech soltanto dopo tre set, ecco un’altra sfida insidiosa per proseguire il suo percorso da outsider in Francia. La terra rossa non si sposa perfettamente alle caratteristiche offensive della teutonica, seppure Kerber abbia vari assi nella sua manica.

Proseguimento di programma sul Centrale con Alexander Zverev protagonista del confronto con Sebastian Baez e Belinda Bencic impegnata con Bianca Andreescu; il talento di Amburgo dovrà domare l’impeto dello specialista argentino, mentre la svizzera confronterà il proprio tennis concreto con il gioco creativo e mai banale della rientrante canadese. Favoriti Zverev e Bencic come status nel circuito, ma attenzione a sottovalutare Baez e Andreescu, potenzialmente sorprendenti. In chiusura sul Philippe-Chatrier, di scena il re di Parigi, sebbene si tratti di un iberico: Rafael Nadal affronterà Cornentin Moutet. Il pubblico francese sarà diviso tra il tredici volte campione del Roland Garros e l’esponente casalingo, sebbene il tifo con ogni probabilità sarà indirizzato molto più allo spagnolo. In ogni caso, sarà una festa sul Centrale di Parigi: occhi puntati sul maiorchino.

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

MONTEPREMI

RADUCANU, DJOKOVIC, ALCARAZ, FOGNINI

Presso il campo Suzanne Lenglen, invece, inizio di giornata con lo scontro rilevante tra Emma Raducanu e Aliaskandra Sasnovich. La detentrice degli Us Open proverà a risalire la china contro la bielorussa al secondo turno dello Slam sul rosso parigino, lasciandosi alle spalle i molteplici risultati altalenanti della stagione in corso; la necessità, per la britannica, è ritrovare una fiducia man mano sgretolatasi dopo il sensazionale trionfo a New York in età acerba, nel 2021. Dopo un anno di esperienza in più nel circuito, Raducanu proverà a far registrare un altro risultato di valore, questa volta sulla terra battuta, dimostrando al mondo di poter raggiungere grandi obiettivi anche lontano da superfici veloci. Nello stesso campo, in seguito, di scena la disputa tra Novak Djokovic e Alex Molcan. Nuovamente di fronte i due finalisti dell’Atp 250 di Belgrado 2021, vinto nell’occasione specifica dal numero uno al mondo in due set lottati; in questa occasione, il match vale un terzo turno Slam e dunque la tensione sarà più alta. Dopo aver dominato Yoshihito Nishioka all’esordio, un altro incontro sulla carta senza storia per Djokovic, favorito non solo per il passaggio del turno, ma anche per la difesa del titolo.

A Parigi, rispettivamente sul Simonne-Mathieu e sul Campo 6, in campo Carlos Alcaraz e Fabio Fognini. L’iberico affronterà il connazionale Albert Ramos-Vinolas, mentre l’azzurro dovrà vedersela con Botic Van de Zandschulp. Scontro ostico per il tennista di Murcia, che dovrà offrire il meglio del suo repertorio per avere la meglio sull’esperto specialista della terra battuta; medesimo discorso vale per Fognini, sebbene l’opponente olandese non sia esattamente un habitué sul rosso, ma, anzi, preferisce le superfici rapide. Sfida complessa per il ligure, che parte però leggermente favorito considerando le condizioni di gioco.