Roland Garros 2019, Thiem: “Nadal straordinario, io benissimo i primi due set”

Dominic Thiem - Foto Adelchi Fioriti

Dominic Thiem ha parlato in conferenza stampa dopo la finale del Roland Garros 2019, che lo ha visto grande protagonista ma comunque sconfitto in quattro set da Rafael Nadal, con lo spagnolo così capace di vincere per la 12esima volta a Parigi. “Abbiamo iniziato con un’intensità straordinaria – ha analizzato l’austriaco rispondendo alle domande – poi ho avuto un leggero calo verso la fine del primo set. Nel secondo set invece ho giocato come avrei dovuto, con grande aggressività.” Impossibile comunque non riconoscere i grandissimi meriti di Nadal: “Credo che sia stato straordinario, soprattutto perchè io ho giocato molto bene nei primi due set. La sua performance è stata incredibile, è per questo che ha vinto 18 Slam. E’ un numero straordinario, solo due in meno di Roger: Rafa è chiaramente uno dei migliori di sempre, oggi ho visto e capito perchè. A partire dal terzo set sono calato, contro la maggior parte dei giocatori non sarebbe stato un problema ma Rafa mi è salito sopra chiaramente. Non posso fare altro che congratularmi con lui.”

Thiem raccoglie anche i frutti della collaborazione con Nicolas Massu, che adesso sembra destinata a prolungarsi a dispetto degli accordi iniziali. “Non c’è una fine adesso – conferma l’austriaco sorridendo – Il lavoro sta andando benissimo, questo è il mio miglior anno finora con la vittoria a Indian Wells e a Barcellona e un’altra finale qui a Parigi. Sento di aver sviluppato il mio gioco, il mio sogno di vincere uno Slam è ancora vivo e sento che sto andando nella direzione giusta.”

Un pensiero anche sulla sua vittoria contro Djokovic in semifinale: “Battere Nole ieri è stata una delle più grandi vittorie della mia carriera, ma il fatto di dover subito dopo battere anche Nadal dà l’idea di quanto sia difficile adesso vincere uno Slam.” Da un punto di vista tecnico Thiem sfata un mito su Nadal: “Se chiedi a tutti i giocatori del tour, penso che tutti diranno che Rafa è uno dei migliori a giocare di volo. Anche perchè l’ultima volèe l’ha sbagliata sette anni fa, credo (ride, ndr)”