Roland Garros 2019, Nadal: “Terzo set? Goffin è stato grande. L’aggressività è la chiave”

Rafael Nadal - Foto Antonio Fraioli

Qualche patema d’animo in più del previsto per Rafael Nadal, che concede un set ma alla fine supera David Goffin 6-1 6-3 4-6 6-3 in meno di tre ore di gioco e conquista l’accesso agli ottavi di finale, dove sfiderà l’argentino Londero. Al termine della partita, lo spagnolo ha così spiegato in conferenza stampa quanto accaduto nel terzo set: “Non credo di aver avuto un calo di concentrazione, semplicemente sono cose che capitano. David è un grande giocatore, tutto qui. Ha avuto molti problemi fisici e quindi è un po’ sceso nel ranking, ma quando gioca così forte ha già dimostrato di potersela giocare con chiunque.

Highlights Nadal-Goffin 6-1 6-3 4-6 6-3, Roland Garros 2019 (VIDEO)

“Credo di aver giocato in maniera davvero incredibile nel primo set – ha poi proseguito Nadal – e anche il secondo set è stato buono. Dopo nel quarto ho continuato a combattere e alla fine credo di aver alzato il livello dell’aggressività e questa è stata un po’ la chiave. Alle domande sull’ottimo approccio alla partita, Rafa ha spiegato: “Cerco sempre di andare in campo con delle idee molto chiare per poi metterle in atto. Poi dipende sempre da come ti senti in campo, perchè può cambiare tutto.”

Al prossimo turno Nadal se la vedrà con Londero: “Credo che sarà un match difficile perchè lui sta giocando davvero molto bene. Differenze tra Lenglen e Chatrier? Sempre la solita storia, potrei capire se facessimo paragoni con il Campo 16 ma sono due campi maggiori, non credo che cambi così tanto. L’unica difficoltà sta nel fatto che lo Chatrier è davvero molto grande, a volte rischi di perdere i punti di riferimento in campo e anche il vento può entrare con più facilità.”