Next Gen Finals Milano 2018: Hurkacz superiore, ma vince solo al quinto contro Munar

Hubert Hurkacz - Foto Sportface

Hurbert Hurkacz batte Jaume Munar nel secondo match del round robin delle Next Gen Atp Finals di Milano 2018. Un incontro incredibilmente lungo (durato più di due ore) e pieno di sorprese e ribaltoni, che ha visto il polacco portarsi in vantaggio di due set, salvo poi subire la rimonta dello spagnolo: nel quinto e decisivo set Hurkacz trova un break ma rischia di complicarsi la vita, riuscendo però a salvare tre palle del controbreak andando a vincere col punteggio finale di 4-2 4-2 2-4 3-4(5) 4-1.

IL RACCONTO DEL MATCH – Dopo la sconfitta rimediata ieri rispettivamente da Tiafoe e Tsitsipas, Hurkacz e Munar in campo per la prima vittoria nel torneo. Parte bene il polacco, che porta a casa il primo set trovando il break decisivo proprio nel sesto game: è 4-2 in suo favore nonostante tre palle break salvate dallo spagnolo, che capitola al deciding point. Secondo set in cui per entrambi emergono problemi al servizio, e succede tutto nel finale. Munar subisce il break, Hurkacz non conferma il vantaggio nel turno di battuta, ma strappa nuovamente il servizio all’avversario per un nuovo 4-2. Nel terzo set Munar è chiamato a vincere per non perdere il match, e parte forte in avvio cogliendo un break immediato. Il polacco reagisce e trova il controbreak, ma subisce ancora una volta un break che risulta decisivo e che gli consente di chiudere il set sul 2-4 in suo favore. Quarto set tiratissimo e con il pieno rispetto dei game vinti nel turni di battuta, si va così al tie-break e la spunta ancora lo spagnolo che completa la rimonta e trascina il match al quinto set, dove però subisce immediatamente un break e al quarto game si fa incredibilmente rimontare da 0-40 in suo favore. E’ il momento sliding doors dell’incontro. Hurkacz prende fiducia sul 3-1 e la chiude immediatamente nel quinto game trovando la linea in risposta nel deciding point. Una vittoria  una sconfitta per lui, Munar con due sconfitte dice addio alle chance di semifinale.