Masters 1000 Montreal 2019, Nadal dominante: batte Medvedev e vince il titolo

Rafael Nadal - foto Ray Giubilo Rafael Nadal - foto Ray Giubilo

Rafael Nadal sconfigge Daniil Medvedev nella finale del Masters 1000 di Montreal 2019 con il punteggio di 6-3 6-0 in un’ora e undici minuti di gioco, bissando il successo del 2018 quando aveva superato nell’ultimo atto Tsitsipas. Per il campione di Manacor si tratta del quinto successo all’Open del Canada, del trentacinquesimo Masters 1000 vinto e del titolo numero ottantatré conquistato in carriera.

Sontuosa prestazione di Rafa Nadal: il maiorchino ha giocato un match praticamente perfetto concedendo poco o niente al suo avversario. Dopo lo spavento iniziale la partita è andata in discesa e lo spagnolo ha sempre avuto il comando delle operazioni, controllando gli scambi e servendo molto bene. Deludente invece Medvedev: il tennista russo aveva disputato un torneo molto convincente, ma in questa finale non è mai riuscito ad entrare in partita ed è stato surclassato dal gioco del suo avversario. Il moscovita ha infatti commesso una marea di errori – molti dei quali nei momenti clou dell’incontro- e ha avuto basse percentuali al servizio, soprattutto nel secondo set.

Il Nadal visto oggi è parso sicuramente migliore rispetto a quello di inizio torneo: dalla partita di quarti di finale contro Fabio Fognini il numero due del mondo è riuscito a ritornare vicino ai suoi livelli abituali di gioco, mettendo in mostra un ottimo tennis.

In apertura di primo set Nadal annulla una pericolosa palla break con il servizio e conquista il game ai vantaggi. Nel quarto gioco Medvedev subisce il break a trenta, commettendo un sanguinoso doppio fallo sulla seconda palla break (sulla prima, invece, aveva messo a segno un ace al centro). Sotto 1-4 il russo rischia di complicarsi la vita da solo e salva una palla del possibile doppio break, prima di tenere la battuta ai vantaggi. Il set prosegue senza particolari problemi e il break ottenuto dallo spagnolo nel quarto game risulta decisivo: 6-3 in suo favore il primo parziale.

Nel primo gioco del secondo set Medvedev sbaglia troppo e lo paga a caro prezzo perdendo il servizio a trenta. Sotto 0-2 il moscovita è ancora in difficoltà – complice anche un doppio fallo sul 30-30 – e perde la battuta per la seconda volta nel set, ancora a trenta, compromettendo dunque il suo incontro. Nel quinto game il numero nove del mondo sembra mollare e subisce il terzo break del parziale ai vantaggi, dopo aver in precedenza sciupato anche una palla game e aver annullato due palle break. Al cambio campo Nadal non ha problemi a tenere il servizio e si aggiudica dunque la seconda frazione con un nettissimo 6-0.