Masters 1000 Cincinnati 2019, Djokovic è un diesel: Querrey battuto in due set

Novak Djokovic Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

Ad un mese esatto dalla già leggendaria finale di Wimbledon, Novak Djokovic è tornato in campo nel Masters 1000 di Cincinnati 2019. Il serbo ha iniziato la difesa del titolo conquistato in Ohio lo scorso anno battendo lo statunitense Sam Querrey con il punteggio di 7-5 6-1 in un’ora e diciotto minuti di partita. Adesso il numero uno del mondo attende agli ottavi il vincitore del match tra Pablo Carreno Busta e John Isner.

RIVIVI IL LIVE SU SPORTFACE.IT

IL TABELLONE COMPLETO DEL TORNEO

Il racconto del match – La partita inizia con un Djokovic molto contratto e falloso, quasi assente dal match. Il serbo infatti perde il servizio subito in apertura e colleziona tre doppi falli nei primi due turni di battuta. Querrey dal canto suo si dimostra abbastanza solido per confermare il break e salire sul 2-0, anche con un paio di notevoli soluzioni di rovescio. Con il passare dei minuti però Djokovic entra in partita, diminuendo il numero di non forzati e mettendo in mostra la solita grande abilità difensiva. Il prolungarsi degli scambi induce Querrey a prendersi rischi, commettendo molti errori. Il numero uno del mondo così trova il contro-break nel sesto game (pesante doppio fallo di Querrey sul 15-30) per il 3-3 e passa a condurre le danze nel turno di battuta successivo.

Il momento decisivo arriva nel dodicesimo game, quando Querrey concede due set point: lo statunitense annulla il primo mettendo in mostra ottime doti nel gioco di volo, ma sbaglia sul secondo e permette a Djokovic di chiudere sul 7-5 dopo 44 minuti.

Il secondo set vede nuovamente Djokovic partire con il freno a mano tirato al servizio. Il serbo concede due palle break nel primo e nel terzo game, annullandole un po’ per meriti propri e un po’ per qualche risposta sbagliata di troppo da parte del suo avversario. Puntualmente Querrey paga le tante occasioni sprecate e nel quarto game perde la battuta alla prima palla break concessa, dopo non aver sfruttato anche quattro palle del 2-2. La partita di fatto finisce qui, ad arrotondare il punteggio arriva anche il doppio break sul 5-1 con Djokovic che poi chiude sul match point con il quindicesimo ace.