La rifugiata ucraina Bulsova al Lemon Bowl: “Felice di continuare a giocare a tennis”

Sofiia Bulsova - Foto Adelchi Fioriti Sofiia Bulsova - Foto Adelchi Fioriti

Le qualificazioni del Lemon Bowl proseguono senza sosta e sui campi di Salaria Sport Village e Forum Sport Center, il livello di gioco si sta gradualmente elevando. Oltre ad assistere a match sempre più belli, la capitale sta anche accogliendo i primi atleti dei tabelloni principali, pronti a disputare la prestigiosa rassegna giovanile nazionale a partecipazione straniera (dedicata alle categorie under 10, 12 e 14). Come di consueto il torneo vedrà ai nastri di partenza anche tanti piccoli tennisti provenienti dall’estero e nella giornata odierna ha già accolto la piccola ucraina Sofiia Bulsova, che da marzo di quest’anno vive e si allena a Pistoia.

La storia dell’ucraina Bulsova – Partita dalle prequalificazioni di inizio dicembre, la piccola ucraina Sofiia Bulsova si è fatta strada fino alle qualificazioni del torneo under 12, dove ha esordito vincendo per 6-4 6-3 contro Isabel Barretta. Nel mese di marzo la piccola Sofiia si è trasferita a Pistoia, dove è poi stata raggiunta in estate dal papà, che oggi l’ha seguita dagli spalti del centrale. “Gioco a tennis da cinque anni, ho iniziato in Ucraina e adesso sono contenta di poter proseguire a Pistoia – racconta la timida Bulsova -. Dell’Italia ho subito adorato il cibo, pasta e pizza soprattutto. I miei idoli? Federer, Djokovic e naturalmente Svitolina. Sono felice di giocare il Lemon Bowl e condividere queste giornate con tanti ragazzi. Un giorno sogno di poter disputare il Roland Garros”. La giovane ragazza è accompagnata al torneo dal maestro Francesco Capperi, che ha speso belle parole per la sua allieva: “Quando è arrivata ha trovato un mondo diverso, era molto timida all’inizio e al primo allenamento è uscita qualche lacrimuccia. Siamo molto contenti che poi il Tennis Club Pistoia sia diventata per lei una seconda casa e mi fa altrettanto piacere condividere questo Lemon Bowl con lei: speriamo di arrivare al tabellone principale”.

Sorpresa Cortonesi nell’under 10 – Come da tradizione, la categoria che si presta a maggiori sorprese è quella under 10. Protagonista di giornata la classe 2014 Emma Cortonesi, che in campo sa già interpretare la partita con idee di una maturità disarmante. La sua marcia nel torneo prosegue grazie al 6-0 6-1 inflitto a Matilde Villani: “Al primo turno ho rimontato un primo set difficile, poi ho giocato davvero bene e anche oggi non ho avuto tante difficoltà. Questo è il primo Lemon Bowl della mia vita e mi sto divertendo ad affrontare avversarie che vengono da regioni diverse”. Queste le parole della piccola atleta tesserata al Tennis Club Le Molette, dove si appoggia quando non gioca con il padre (suo allenatore) al Circolo Tennis Rasenna di Viterbo. Autore di una bella vittoria anche Lorenzo Bernabei del Tennis Club Parioli, che nell’under 12 maschile ha sconfitto con lo score di 7-6 6-2 l’ottimo Roberto Maffei. Partito dalla prequalificazioni, Bernabei ha vinto il suo sesto match in questa edizione del torneo: “Sto giocando bene e sono contento di poter andare avanti, anche perché il Lemon Bowl è sempre una bella esperienza da vivere ed ogni anno ritrovo tante belle amicizie”.