Internazionali d’Italia 2022, ecco i quarti di finale: super Sinner-Tsitsipas, occhi su Djokovic

Jannik Sinner Jannik Sinner, Internazionali d'Italia 2022 Roma - Foto Antonio Fraioli

I quarti di finale degli Internazionali BNL d’Italia 2022 regaleranno ore di tennis di altissimo livello agli appassionati in quel di Roma. Sul contesto del Foro, infatti, alcuni dei migliori tennisti al mondo si scontreranno per conquistare dei pass per le semifinali dello storico e prestigioso torneo capitolino. In prima istanza, Alexander Zverev aprirà le danze sulla Grand Stand Arena, sfidando un rinsavito Cristian Garin. Dopo la finale al Masters 1000 di Madrid, fermato soltanto da un Carlos Alcaraz on fire, il tedesco proverà a giungere sino in fondo anche in Italia; davanti a sé troverà Garin in crisi di risultati, ma protagonista di ottimi match a Roma e fautore dell’eliminazione di Marin Cilic agli ottavi di finale. I presupposti per seguire un incontro godibile ci sono tutti, considerando le qualità dei due protagonisti, sebbene Zverev sia assolutamente favorito per il passaggio del turno. La solidità dell’atleta di Amburgo da fondocampo, infatti, è assolutamente superiore al livello espresso dal cileno sulla stessa zona di campo; inoltre, sulla diagonale del rovescio, non c’è letteralmente partita. Garin, però, proverà a usare le sue armi ‘da rosso’ per insidiare il più quotato opponente.

TABELLONE

MONTEPREMI

SINNER ALLA PROVA DEL NOVE

In seguito, sul Campo Centrale, ecco Jannik Sinner: l’azzurrino dovrà vedersela con il temibile Stefanos Tsitsipas. Il replay della sfida vista in Australia stimolerà eccome l’atleta nativo di San Candido; considerando la netta sconfitta nella circostanza aussie e certamente la voglia di riscattare quel risultato, di cancellarlo definitivamente dalla mente. Sinner ha superato in serie Pedro Martinez, Fabio Fognini e Filip Krajinovic; è atteso quindi da una prestazione strabiliante e dal superamento di una delle più complesse prove del nove nel circuito maggiore. Tsitsipas, infatti, oltre che uno dei più valorosi tennisti Atp, è particolarmente abile sulla terra battuta; i suoi risultati recenti in questa superficie lo confermano. Il campione di Montecarlo tenterà di dominare con il suo super dritto e far cantare il suo rovescio; con il servizio, come di consueto, come solida certezza. Dal canto suo, Sinner proverà ad accelerare nel migliore dei modi da fondocampo, soprattutto con il suo caratteristico rovescio a due mani; attenzione, inoltre, alle altre soluzioni esplorate dall’azzurrino negli ultimi tempi, tra le quali spicca il ricorso alla palla corta.

LA CONCLUSIONE DEL PROGRAMMA

In seguito, sempre sul Centrale romano, sotto i riflettori la sfida tra Denis Shapovalov e Casper Ruud, così come, nella sessione serale, quella tra Novak Djokovic e Felix Auger-Aliassime. Il canadese è particolarmente in evidenza nella giornata di riferimento, in quanto ‘causa’ primaria dell’eliminazione dello stimato Rafael Nadal nel turno precedente; non considerando i guai fisici dello spagnolo, impossibile non menzionare le accelerazioni fulminee e straordinarie del mancino nordamericano, lodevole come sempre anche alla battuta. Shapovalov cercherà continuità a discapito di Ruud, altalenante nell’ultimo periodo storico, ma dal rendimento assolutamente eccezionale nell’ultimo biennio. Il norvegese è riuscito ad avere la meglio su Jenson Brooksby e si prepara a far valere la sua maggiore affezione alla terra rossa contro il canadese. Sul numero uno, Djokovic, c’è invece poco da raccontare: solito percorso autorevole e voglia assoluta di raggiungere la semifinale. A contrastarlo ci sarà un buon Auger-Aliassime, che ha eliminato Alejandro Davidovich Fokina dopo tre faticosi set e cerca uno dei colpi più rilevanti della sua carriera; il tutto, però, su una superficie che non esalta le sue caratteristiche. Tanto spettacolo a Roma, tutto da vivere.