Internazionali d’Italia 2020, Sinner: “Non volevo finire così, ma ora c’è solo da capire dove migliorare”

Jannik Sinner - Foto Ray Giubilo Jannik Sinner - Foto Ray Giubilo

Il tennista azzurro Jannik Sinner, dopo la strepitosa vittoria contro Stefanos Tsitsipas, è costretto ad abbandonare gli Internazionali d’Italia 2020 per via della sconfitta rimediata contro Grigor Dimitrov. Al termine del match l’altoatesino non ha nascosto la propria delusione: “Da questo torneo ho capito un po’ di cose sicuramente. Non volevo finire cosi’. Andando avanti in partita la condizione fisica andava un po’ giu’ e quella e’ la parte dove dobbiamo migliorare sicuramente. Ci vorra’ un po’ di tempo sicuramente, perche’ sicuramente in un anno sono migliorato tanto ma ci sono tanti che fisicamente sono piu’ forti di me. Ho perso partite come questa che potevo vincere per questo motivo. Adesso c’e’ solo da imparare e cercare di capire cosa si puo’ far meglio dalle prossime partite. Non mi metto fretta, gioco tranquillamente, so cosa devo fare. Poi vedremo”.

Sinner, però, crede che questa sconfitta possa essere un ulteriore fattore di crescita per lui: “Sapevo che questa era la partita piu’ difficile, Dimitrov aveva gia’ fatto due partite qui come me ed e’ tra i piu’ forti fisicamente oggi. Ci sono alti e bassi che devi accettare e trovare la soluzione giusta nei momenti giusti. Non ho giocato da dio, ma neanche male. Giocare bene tutte le partite e’ impossibile. Certo, una sconfitta cosi’ fa male, anche se vado sul 5-5 comunque non si sa mai. Ho provato sul terzo set, ho fatto break e sono andato sul 5-4. E’ andata cosi’, provero’ a prendere le cose positive e lavorare con il team”.