Internazionali d’Italia 2021, Lorenzo Sonego eroico e ai quarti: battuto Thiem dopo tre ore di battaglia

Lorenzo Sonego, foto Roberto Dell'Olivo

Lorenzo Sonego conquista probabilmente la vittoria più bella e importante della sua carriera, battendo Dominic Thiem con il punteggio di 6-4 6-7(5) 7-6(5) dopo tre ore e 24 di battaglia sulla Grandstand Arena. Il piemontese vola così ai quarti di finale degli Internazionali BNL d’Italia 2021 e domani affronterà Rublev per un posto in semifinale. Una partita a dir poco folle, con il pubblico costretto ad andare via alla fine del secondo set e con Thiem che ha avuto match point sul 5-3 quando ormai tutto sembrava deciso.

IL TABELLONE DEGLI IBI 2021

IL MONTEPREMI DEL TORNEO

SONEGO-RUBLEV: DATA, ORARIO, TV E STREAMING

La cronaca – La partita inizia sui binari giusti per Sonego, che parte con percentuali bulgare al servizio riuscendo anche a soffrire meno del previsto sulla diagonale del rovescio. L’azzurro non concretizza tre palle break nel quinto game, anche a causa di due brutti errori in risposta. Thiem però appare lento e abbastanza falloso, così nel settimo gioco arrivano altre due chance e alla seconda Sonego conquista il break del 4-3. Il momento decisivo arriva nel decimo game, quando Thiem si costruisce la palla del controbreak: il piemontese però annulla, ribalta la situazione con un grandissimo recupero in allungo e sigilla il 6-4 con l’ace centrale dopo 50 minuti quasi perfetti.

Il secondo set si apre nel segno del grande equilibrio, ma stavolta il primo momento di difficoltà lo incontra Sonego. L’azzurro infatti riesce ad annullare con il servizio le due palle break concesse nel quarto game, poi subito dopo sbaglia una comoda volèe di rovescio per andare a sua volta a palla break. Thiem sale di livello, ma sul 4-4 concede due palle break con due smorzate sciagurate: l’austriaco però si risolleva con il servizio ed esce dalla fossa che si era scavato quasi da solo. La stessa scena si ripete subito dopo nell’undicesimo game, con altre due chance che Sonego non riesce a sfruttare. Il finale di set assume i contorni di una vera e propria battaglia mentale, con Sonego chiamato ad annullare tre set point: l’azzurro riesce nell’impresa e dopo 10 minuti tiene il servizio e si guadagna il tiebreak.

Al tiebreak Thiem va subito avanti 4-1, Sonego rientra con grande carattere sul 4-4 ma alla fine l’austriaco sale di colpi con il rovescio e la risposta e chiude sul 7-5. Si va quindi al terzo set, con il pubblico costretto a lasciare gli spalti della Grandstand Arena per rispettare il coprifuoco prima delle 22. I giocatori vengono così invitati a lasciare il campo per una quindicina di minuti abbondante.

Dopo quasi mezz’ora, il terzo set si apre nel segno di Sonego. Il piemontese infatti tiene la battuta a zero e poi trova quel break sfiorato ma mancato nel secondo parziale. Avanti 2-0 però l’azzurro deve fare i conti con la reazione da grande campione di Thiem, che nel momento di difficoltà trova le sue migliori giocate e ribalta tutto. Un parziale di quattro giochi a zero, con pochi demeriti di Sonego e tanti meriti del numero 4 del mondo, cambia il volto alla partita.

Sul risultato di 5-3, Sonego serve per rimanere nel match ed è anche chiamato a fronteggiare un match point. Il piemontese lo annulla e poi trova il clamoroso break del 5-5 chiudendo con il lob millimetrico che avrebbe meritato la standing ovation del pubblico ormai assente. Con l’ennesima prova di forza l’azzurro tiene la battuta e si porta avanti sul 6-5, con il tiebreak che è epilogo naturale di una battaglia incredibile. Sonego va per due volte avanti di un minibreak, ma Thiem da grande campione trova due soluzioni consecutive da urlo con il rovescio e si riporta sul 5-5. Qui però l’austriaco viene beffato a rete da un grande back di Sonego, che con la prima di servizio chiude una partita da sogno e da 50 vincenti.