Internazionali d’Italia 2020, Binaghi: “Felici del torneo, ma è mancata l’impresa”

Angelo Binaghi - Foto Antonio Fraioli

Angelo Binaghi ha presenziato nella conferenza stampa di chiusura degli Internazionali BNL d’Italia. Il numero uno della Fit fa un piccolo bilancio nella giornata dedicata alle due finali: “Siamo felici, ma è mancata l’impresa – ammette – Quella alla quale ci avevano abituato le nostre giocatrici, come Pennetta, Schiavone, Vinci, ma anche Cecchinato e Fognini in passato. L’impresa è frutto di uno stato di grazia di un giocatore e di condizioni che probabilmente non ci sono state. Ma ci sono stati dei lampi accecanti, quindi sta arrivando una forte perturbazione: quella perturbazione siamo noi e i nostri ragazzi. Siamo convinti che le prospettive saranno straordinarie”. 

Sull’ammissione del pubblico per semifinali e finali: “Siamo contenti di aver ottenuto questo risultato, pensiamo sia un gesto simbolico importante per tutti gli sport italiani. Abbiamo lottato per ottenerlo. Alla luce di quanto successo a New York il bilancio è positivo, siamo stati bravi e fortunati”.

“Nel futuro potrebbero arrivare altre importanti novità – prosegue Binaghi -. Credo che il nostro sogno, di un upgrade del torneo (96 giocatori, ndr) possa avversarsi presto. Dovrebbero essere addirittura 12 giorni di torneo e 3 di qualificazioni. La felicità in questo caso è unita alla preoccupazione, è un momento molto difficile per tutti quanti. Si tratterebbe di un costo maggiore per il nostro torneo”.