Internazionali BNL d’Italia 2020, Djokovic si prende il 36° Masters: Schwartzman cede in due set

Novak Djokovic - Foto Roberto Dell'Olivo

Novak Djokovic non ha avuto vita facile contro Diego Schwartzman, ma è riuscito comunque a conquistare la finale degli Internazionali BNL d’Italia 2020. Il punteggio finale è di 7-5 6-3, con il serbo che ha giocato un match a due facce all’interno di entrambi i set: inizi fallosi e in sordina prima di iniziare a macinare fiducia e punti. Quinto titolo capitolino per Nole, che supera Rafael Nadal nel numero di Masters 1000 vinti: il serbo ne ha ora 36.

CRONACAL’inizio è da incubo per il serbo, che è estremamente falloso per tutta la durata del primo set. Il primo break viene regalato al primo game, col servizio dell’argentino che viene confermato nel game successivo a causa di due slice consecutivi sbagliati da Djokovic. Il numero uno al mondo non prende ritmo nemmeno nel terzo game, cedendo nuovamente il servizio. La sua rimonta è scaturita da un sanguinoso doppio fallo di Schwartzman nel quarto game, che regala il break all’avversario. Da questo momento l’inerzia della disputa di inverte, col serbo che si prende quattro game di fila. Schwartzman annulla un set point sul 5-4 e ne salva altri due sul 6-5, prima di mandare out il diritto decisivo.

Nole impatta il secondo set come aveva impattato il primo: cedendo il servizio. Il serbo si riscatta nel game successivo, soprattutto a causa di soluzioni troppo ambiziose da parte dell’argentino. Schwartzman che ricade nell’errore nel quinto game quando, con due palle break, commette due errori gratuiti: quattro punti di fila di Nole permettono al match di andare sul 3-2. Sul 3-3 il numero uno al mondo decide di attivare la modalità cannibale: va sul 4-3 tenendo a zero il servizio e nel game successivo conquista il momentum con un pallonetto da capogiro. Diego sbaglia concedendo tre palle break, ma al serbo basta la prima per andare sul 5-3. Nell’ultimo game il sudamericano cancella due match point, ma non può evitare sul terzo la vittoria di Djokovic.