Internazionali BNL d’Italia 2019: Sonego esce a testa alta contro Khachanov

Lorenzo Sonego - Foto Ray Giubilo

Karen Khachanov mette subito fine agli Internazionali d’Italia 2019 della wild card azzurra Lorenzo Sonego. Il russo al via da 11°testa di serie si è imposto dopo 2 ore e 25 minuti con il punteggio di 6-3 6-7(1) 6-3 al termine di una sfida combattuta. Esce a testa alta Sonego che ha impensierito in diversi momenti Khachanov ed è stato da un passo dal rimettersi in carreggiata anche nella terza frazione. Nel secondo turno il russo se la vedrà contro Bautista Agut che nel round inaugurale ha eliminato Andreas Seppi.

LA CRONACA – E’ un avvio molto complicato per Sonego, nonostante il Grandstand sia tutto dalla parte del classe 1995 di Torino. I colpi di Khachanov risultano fin da subito potenti e poco prevedibili: il break arriva in occasione del secondo gioco. Il gap tra i due rimane per tutto il corso del primo set, anche se l’azzurro si porta più volte ai vantaggi in risposta. In circa 38 minuti è 6-3 per il ventiduenne di Mosca, concentrato e con pochi gratuiti all’attivo.

Nel secondo set l’azzurro imprime più potenza ai propri colpi. A differenza del primo parziale mette maggiormente i piedi in campo, comandando spesso e volentieri gli scambi. Tuttavia Khachanov continua a concedere pochissimo nei propri turni. Entrambi dominano al servizio e di conseguenza si approda al tie-break. Un tie-break dominato in lungo e in largo da Sonego, supportato da un Granstand delle grandi occasioni. 7 punti a 1, si vola al terzo.

Nella terza frazione Khachanov torna in cattedra strappando un break che viene favorito da un’acciacco muscolare di Sonego. L’azzurro sotto 0-2 chiama il fisioterapista, l’incontro sembra ormai in salita, ma nel quinto game il piemontese registra un controbreak e si rimette in scia dell’avversario. Dopo il cambio campo arriva però un nuovo break in favore del russo che si dirige verso il successo finale e l’accesso al secondo round. Nel game conclusivo Sonego non converte la palla del controbreak e si arrende definitivamente.