Finti vaccini Covid: Camila Giorgi indagata per falso ideologico

Camila Giorgi Camila Giorgi - Foto LiveMedia/DPPI/Rob Prange

C’è anche il nome della tennista Camila Giorgi nel faldone dell’inchiesta della procura di Vicenza sul presunto giro di finte vaccinazioni anti-Covid per ottenere il green pass. Lo fa sapere Il Giornale di Vicenza. Il reato ipotizzato sarebbe quello di falso ideologico. L’indagine della squadra mobile della questura, coordinata dal pubblico ministero Gianni Pipeschi, era iniziata un anno fa dopo una segnalazione dell’Usl 8 per via del consistente numero di vaccini richiesti dallo studio vicentino della dottoressa Grillone Tecioiu. Tra i nomi noti ci sarebbe anche quello della cantante vicentina Madame. Entrambe, però, sarebbero coinvolte in un troncone più marginale dell’inchiesta. Le carte sarebbero già state trasmesse alla Federazione italiana tennis. Atp e Wta avevano minacciato pesanti sanzioni in caso di false certificazioni e raccomandato agli atleti di vaccinarsi. Fece scalpore a tal proposito il caso di Novak Djokovic, estromesso dall’Australian Open del 2022 e persino trattenuto a Melbourne dalla polizia di frontiera.