Fed Cup 2020, Garbin: “Tutte bravissime. Questo format richiede molte energie”

Elisabetta Cocciaretto - Foto Ray Giubilo

L’Italia vince la seconda sfida del Gruppo I zona Europa/Africa 2020 contro le padrone di casa dell’Estonia. Le azzurre si sono imposte con il punteggio di 2-1 nell’inedito scontro di Fed Cup contro l’Estonia. La capitana Tathiana Garbin esprime tutta la sua soddisfazione: “Sono state tutte bravissime, ho voluto che Elisabetta Cocciaretto giocasse in singolare e sono molto orgogliosa di come ha risposto. Le ragazze sono tutte molto disponibile ed è una gioia essere il loro capitano. Questo format richiede un grande impegno di energie”.

Il punto che ha determinato la vittoria è stato conquistato dal doppio di Jasmine Paolini e Martina Trevisan, vincenti per 63 62 su Valeria Gorlats e Katriin Saar. “Un match decisivo è sempre difficile ed io poi non gioco molto in doppio durante l’anno ma sono davvero felice. Ammetto che siamo state sorprese di non vedere la Kontaveit dall’altra parte della rete” sono le parole di Paolini. Trevisan aggiunge: “Questa vittoria è sicuramente più importante di quella di ieri non siamo partite bene ma poi ci siamo riprese. La Grecia? Tutte le sfide sono difficili e noi scenderemo in campo come sempre per vincere”.

Grande gioia per Elisabetta Cocciaretto, che ha ottenuto il primo punto azzurro nel confronto con Elena Malygina: “Non potevo desiderare un esordio migliore: è stata una buona partita. Giocare per la nazionale non è mai facile. Il mio obiettivo è quello di giocare tutti i punti e per quello durante la partita mi sono arrabbiata in un paio di occasioni nonostante fossi avanti nel punteggio. Sono contenta di aver portato il primo punto all’Italia“.

Un po’ di amarezza invece per Camila Giorgi che è uscita sconfitta dalla sfida contro Anett Kontaveit: “Una partita molto combattuta che è girata su pochissimi punti. Ho cercato di muoverla e di andare a rete più che potevo. Il problema è che ho sbagliato qualcosa di troppo”.