Coppa Davis 2022, Barazzutti: “Non vorrei fare l’uccello del malaugurio, ma possiamo battere chiunque”

Corrado Barazzutti, Finali Coppa Davis 2019 - Foto Ray Giubilo Corrado Barazzutti, Finali Coppa Davis 2019 - Foto Ray Giubilo

“Questa squadra di Coppa Davis può arrivare fino in fondo. Non vorrei fare l’uccello del malaugurio ma Musetti e Sonego possono battere chiunque”. E’ quanto sostiene Corrado Barazzutti, ex capitano di Coppa Davis, sulle chances dell’Italia di alzare il trofeo a Malaga. Gli azzurri in semifinale sfideranno il Canada: “E’ una squadra forte, ci sono sia Shapovalov che Auger Aliassime. Però dopo questa vittoria tutto è possibile, il Canada sarà pure favorito, ma in Davis sappiamo che i favoriti sulla carta, come successo con gli Usa, può succedere che perdano. Il potenziale dei nostri giocatori è che Sonego e Musetti possono battere chiunque, però il Canada è un po’ più attrezzata sul doppio. Vedremo sabato”.

Barazzutti ha poi analizzato la sfida vinta contro gli Stati Uniti: “Sonego ha giocato una super partita e ha aperto le porte della vittoria all’Italia. Musetti ha giocato una buona partita ma si è trovato davanti un Taylor Fritz in gran forma che ha portato a casa il suo punto: in questo momento sta giocando molto bene. Però il nostro doppio è migliore del team Usa, è molto forte e collaudato e il loro mi sembra di no. Questo è un gruppo che in passato ha fatto grandi risultati. Hanno giocato benissimo e hanno meritato una vittoria da squadra a tutto tondo”.