Coppa Davis 2021, Volandri: “Sono pieno di emozione: l’obiettivo è creare un gruppo”

Filippo Volandri - Foto Roberto Dell'Olivo

Filippo Volandri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della Coppa Davis 2021, al via nella giornata di domani con i primi incontri. Insieme al toscano erano presenti in sala di fronte ai giornalisti anche Mardy Fish ed Alejandro Falla, i capitani delle squadre avversarie dell’Italia nel Gruppo E ovvero gli Stati Uniti e la Colombia. Queste le parole di Volandri, al debutto nella manifestazione nelle vesti di capitano: “Sono pieno di emozione ma sono preparato a questo già da molti mesi. Lavoro con questi ragazzi già da molti anni quindi li conosco veramente bene. Ho un team veramente speciale alle spalle, dai mental coach ai fisioterapisti, che mi sta aiutando a gestire questa pressione, nel migliore dei modi. Quindi certo, sono pronto”.

Su Jannik Sinner: “E’ cresciuto veramente molto in fretta. Ha solo vent’anni. Come tutti i ragazzi così giovani ha delle emozioni che deve imparare a gestire. Personalmente l’ho conosciuto tanti anni fa’ quando era ancora un junior e posso dire che è un ragazzo speciale. Mi piace molto che guarda alla prestazione, non tanto alla singola vittoria o sconfitta. Questa credo sia la strada giusta per migliorare giorno dopo giorno. Credo sia pronto per il suo debutto qualora dovesse giocare”.

Su Lorenzo Sonego, mostratosi particolarmente carico durante gli allenamenti visto che si gioca a Torino, la sua città natale: “Se dovesse giocare credo sia pronto. E’ un animale da palcoscenico, riesce sempre a tirare fuori il meglio che ha quando sente il contatto del pubblico. Si sta allenando bene e tanto e ciò di cui sono contento di lui, così come di tutti gli altri ragazzi, è che si è messo a disposizione del gruppo. Non è scontato per un giocatore di tennis soprattutto al termine di una stagione così dura”.

Su Fabio Fognini, veterano della squadra: “Con lui c’è un rapporto speciale. Potrebbe essere il mio fratello minore. Mi è piaciuto moltissimo il suo mettersi a disposizione della squadra nonostante il suo background in Coppa Davis. Credo che bisogna rendergliene atto”. Sulla superficie: “E’ sicuramente più lenta rispetto a quella che abbiamo visto alle Finals. Se può favorire Fognini o Sonego? Credo che entrambi possano trovare dei benefici. Le condizioni indoor favoriscono il secondo ma il fatto che le palline rimbalzino alte può avvantaggiare il primo”.

L’intento di Volandri è sembrato particolarmente chiaro e l’ha ribadito più volte: “Il mio obiettivo è quello di creare un gruppo. E’ una squadra giovane a partire da me che sono il capitano. Abbiamo appena cominciato ma questa è la cosa principale dal mio punto di vista nonchè quella a cui sto lavorando di più. Dobbiamo essere pronti e metterci a disposizione l’uno dell’altro, dobbiamo sentire il fattore casa e di giocare di fronte al nostro pubblico. Jannik già l’ha sperimentato una settimana fa’ e questo sarà molto utile per lui”.