Coppa Davis 2021, Sinner batte Galan: ancora un bagel e Italia ai quarti di finale

Jannik Sinner Jannik Sinner, Coppa Davis - foto Ray Giubilo

Jannik Sinner ha superato Daniel Elahi Galan tramite il punteggio di 7-5, 6-0, riuscendo a imporsi anche nel corso della seconda giornata del girone E della Coppa Davis 2021. Dopo il sublime esordio ai danni di John Isner, utile per stendere gli Stati Uniti d’America, altra affermazione di livello e colpo di grazia anche ai colombiani. Successo di Lorenzo Sonego contro Nicolas Mejia e replica di Sinner a discapito di Galan, non senza sofferenza; primo set tra le montagne russe, break dopo break, seppur il secondo parziale sia stato assolutamente senza storia sin dall’alba del suo svolgimento. Nuovamente un bagel per mano di Sinner, così come accaduto contro il gigante statunitense: ennesima prestazione incredibile. Italia ai quarti di finale meritatamente, dopo due vittorie meritate contro Usa e Colombia, in attesa di conoscere la propria opponente.

IL PROGRAMMA COMPLETO E IL CALENDARIO

L’ALBO D’ORO

IL REGOLAMENTO

TABELLONE E ACCOPPIAMENTI QUARTI DI FINALE

I PROTAGONISTI DI TUTTI I TEAM

 

L’INIZIO

Inizio di primo set benevolo a entrambi giocatori, sebbene, in particolare, Galan abbia sorpreso per aggressività dopo il colpo d’inizio gioco; buone prime di servizio e dritto inside-in preciso e potente, con colpi spesso anticipati per non lasciare spazio d’iniziativa all’avversario e, talvolta, chiusure a rete puntuali. Colombiano repentinamente avanti 2-1, con Sinner a osservare e studiare l’opponente. Dopo un game a 0 al servizio dell’azzurro, da segnalare una serie di giochi rocamboleschi. Girandola di break, con Sinner ad avviare le danze; ritmi altissimi e italiano in acque sicure: accelerazioni costanti di dritto e 3-2. Contro-break immediato e inaspettato di Galan, in rimonta dal 40-15; nastro fortunato e pallina che si è spenta sul terreno di gioco difeso da Sinner, per il 3-3. Nuovamente break e contro-break, con molteplici errori da ambedue le parti a caratterizzarli: 4-4 e situazione indecifrabile. Dopo aver riordinato le idee, Sinner ha fissato il colpo decisivo sul finire dell’undicesimo game: dritto inside-out violentissimo e strappo decisivo. Gestione del turno di battuta successivo a dir poco magistrale, con una prima vincente a scrivere la storia, 7-5 e italiano ritrovatosi.

L’EPILOGO

Secondo set interpretato nel migliore dei modi da Sinner, sempre più determinato e meno teso rispetto al parziale precedente. Vincenti collezionati come se fossero figure e doppio break nell’arco di una manciata di minuti, con turni di battuta stabilmente in cassaforte; 4-0 repentino a lanciare un segnale incredibile, attraverso passanti mortiferi e bordate straordinarie con ambedue i fondamentali da fondocampo. Cambio di marcia effettivo, ritmo elevatissimo imposto dall’azzurrino e terzo break del parziale, accelerazione dopo accelerazione; Galan non ha mantenuto i nervi saldi, regalando due doppi falli, per poi consegnarsi ai vincenti di un Sinner non più contenibile. Italiano perfetto anche nel chiudere i conti, con glaciale personalità: netto 6-0.