Challenger e Futures 2018, settimana 41: Garin trionfa a Santo Domingo, bene Baldi

di - 15 ottobre 2018
Filippo Baldi Internazionali BNL d'Italia 2018
Filippo Baldi - Foto Adelchi Fioriti

Christian Garin, “eltanque de Iquique”, si conferma con un altro successo che lo porta ormai vicinissimo alla top 100: vince a Santo Domingo (150mila$+H, terra) battendo in finale l’argentino Delbonis e diventa numero 102 del mondo. Nello stesso torneo Lorenzi fuori nei quarti di finale. Garin, lo ribadisco qui, secondo noi diventerà la sorpresa del prossimo Roland Garros perché il 22enne cileno con doppio passaporto (la mamma Claudia Medone è di origini liguri) sta crescendo in modo esponenziale, grazie anche all’apporto del nuovo coach, l’argentino Andres Schneiter, detto “el gaucho”. A Fairfield, Ca, USA (100mila$, Hard) vittoria per Bjorn Fratangelo, 25enne americano di origini italiane, che ha battuto in finale Alex Bolt. Ex top 100 Fratangelo ha avuto una stagione con alti e bassi ma questo finale di stagione si prospetta interessante per lui, ora 158 ATP.

Quello che secondo noi sarà numero uno del mondo nel prossimo futuro, nemmeno troppo lontano per altri, cioè Felix Auger-Aliassime, trionfa al torneo di Tashkent (75mila$, Hard) superando in finale il polacco Majchrzak. Best ranking anche per il giovanissimo canadese al numero 109 ATP. Gaio fuori al primo turno superato da Istomin.  Nell’appuntamento italiano di Ortisei (75mila$, Hard) una vittoria per Hugo Humbert, il francese tds numero 6, che in finale ha fatto fuori nel derby il connazionale Herbert, che aveva la testa di serie numero 1 del tabellone. Bolelli il migliore dei nostri, arrivato ai quarti di finale. Miglior azzurro della settimana Filippo Baldi, finalmente ritrovato a grandi livelli, che giunge in semifinale a Barcellona (50mila$+H, terra), mentre il torneo è finito nelle mani dello spagnolo lottatore Carballes Baena.

Futures.

Settimana importante in particolare per due giocatori: Jacopo Berrettini, fratello di Matteo, che ha fatto finale al 25mila$ di Pula ed Edoardo Eremin, che ha perso solo in semifinale proprio per mano di Berrettini, in una giornata in cui i tennisti han dovuto fare doppio turno. Poi in finale l’azzurro ha perso col romeno Frunza. Il britannico Jack Draper di cui abbiamo già parlato in precedenza sbanca il torneo di Lagos in Nigeria (25mila$+H, Hard): ora il sedicenne di Sutton avvicina incredibilmente la top 500 e non dimentichiamoci che ha fatto finale a Wimbledon Boys (battendo al terzo il nostro Musetti) ed è attualmente numero 9 Juniores. Ricca e Roncalli semifinalisti in Egitto, nello stesso torneo che ha visto Brugnerotto conquistare il titolo in doppio.

© riproduzione riservata