Caos Australian Open, Kyrgios punge: “Djokovic è soltanto una marionetta”

Nick Kyrgios - Foto Adelchi Fioriti

Novak Djokovic ha inoltrato un elenco di proposte a Craig Tiley, CEO di Tennis Australia, in riferimento a potenziali diposizioni in favore dei tennisti che parteciperanno agli Australian Open 2021. L’emergenza Coronavirus ha inificiato sul corretto svolgimento della preparazione al primo Slam stagionale, con atleti in condizioni psico-fisiche precarie e confinati nelle proprie stanze d’albergo. Il numero uno del mondo ha cercato di tutelare la salute dei propri colleghi, evitando 14 giorni di fuoco a Melbourne. La richiesta del serbo è stata categoricamente rifiutata dai vertici australiani, incontrando peraltro la dura opposizione di Nick Kyrgios, mai banale tennista aussie. “Djokovic è una marionetta. Mi dispiace Bernie (Tomic, ndr), ma la tua fidanzata non ha prospettive“. L’attacco di Kyrgios si riferisce inizialmente alle proposte di Djokovic, per poi virare sulle bizzarre pretese della compagna di Bernard Tomic, Vanessa Sierra. La compagna del tennista classe ’92 ha lamentato difatti l’impossibilità di usufruire di un parrucchiere, superflue per la situazione specifica.