Barazzutti: “Sinner è un predestinato, non ha limiti e lo vedremo presto al top”

Jannik Sinner - Foto Ray Giubilo

Jannik ha dimostrato una volta di più le sue grandissime qualità. Sicuramente è un predestinato, un giocatore che non ha limiti e che presto vedremo al top. Ha una capacità straordinaria di stare in campo contro qualunque tipo di avversario, come dimostrato al Roland Garros con Nadal, nonostante la sua giovane età. Sinner ha colpi di altissimo livello in tutti i fondamentali, ma allo stesso tempo grandissimi margini di miglioramento. Il futuro per lui e per la nostra Nazionale di Davis e senz’altro roseo“. Queste sono le dichiarazioni di un compiaciuto Corrado Barazzutti, capitano azzurro di Coppa Davis,in merito al percorso trionfale di Jannik Sinner all’Atp di Sofia 2020, torneo che lo ha consacrato come italiano più giovane di sempre a ottenere un torneo del circuito maggiore. Barazzutti ha descritto i pregi dell’altoatesino ai microfoni di Adnkronos, prevedendo un roseo futuro per lui.