Australian Open al via l’8 febbraio: qualificazioni negli Emirati?

Australian Open - Foto Ray Giubilo

La nuova data per il via degli Australian Open 2021 potrebbe essere quella dell’8 febbraio. L’edizione più travagliata di sempre, la cui organizzazione è resa complicata dalla pandemia di coronavirus che ha portato il governo australiano a delle decisioni drastiche (tra queste la quarantena per chi arriva dall’estero che va a ricadere proprio sugli spostamenti dei giocatori), sarebbe spostata in avanti di tre settimane rispetto alla data originaria nel calendario Atp. E secondo quanto appreso dalla redazione di Sportface, sarebbero tanti i dettagli tuttora oggetto di discussione.

IL PIANO ANTI-COVID – Stando a quanto risulta, i giocatori dovrebbero raggiungere Melbourne con i loro staff al seguito entro il 17 gennaio. Successivamente, saranno sottoposti a una quarantena di quattordici giorni che inizierà nel momento in cui l’ultimo giocatore o membro del team raggiungerà la città, per far sì che possa essere creata una vera e propria “bolla”. Ai giocatori sarà concesso di uscire dai rispettivi alloggi per un massimo di cinque ore al giorno, inclusi i momenti dedicati all’allenamento. Ogni giocatore potrà portare con sé soltanto un membro dell’equipe al giorno sul campo di allenamento e non deve necessariamente essere la stessa persona ogni giorno. Ciascun giocatore sarà accoppiato a un altro per gli allenamenti, e in caso di positività al coronavirus di uno dei due, l’altro sarà costretto all’isolamento. I tamponi verranno effettuati nel giorno 1, 3, 7, 10 e 14 del torneo.

QUALIFICAZIONI NEGLI EMIRATI? – Secondo quanto apprende Sportface, inoltre, le qualificazioni per l’ingresso nel main draw saranno con tutta probabilità giocate nella prima settimana del calendario 2021 in un altro paese, presumibilmente negli Emirati (Doha? Dubai?), a spese di Tennis Australia. Altri tornei infine, in seguito al cambio di data degli Australian Open, potranno essere disputati in quelle settimane originarie, qualora i giocatori – che trovandosi in quarantena a Melbourne non potrebbero prendere parte agli altri eventi di fine gennaio – siano d’accordo. Una decisione definitiva sembra possa essere presa a breve in seguito a ulteriori contatti tra Atp e giocatori professionisti.