Australian Open 2022, Karatsev batte Munar dopo cinque ore: esordio ok per Zverev

Aslan Karatsev - Foto Ray Giubilo

Parte nel migliore dei modi il cammino agli Australian Open 2022 di Alexander Zverev. Il tedesco ha sconfitto il connazionale Daniel Altmaier per 7-6(3) 6-1 7-6(1) dopo 2 ore e 41 minuti di partita. Adesso per la testa di serie numero 3 al prossimo round ci sarà l’australiano John Millman, che ha estromesso in quattro set (6-1 6-3 4-6 7-5) il veterano spagnolo Feliciano Lopez. Il teutonico non ha avuto vita facile quest’oggi contro un giocatore in fiducia e da poco entrato tra i primi cento giocatori del mondo. Ben due set, infatti, si sono risolti al tie-break. Nel terzo set Zverev ha dovuto anche rimontare un break di svantaggio (era sotto 2-4). Il dato da migliorare è sicuramente quello relativo alle palle break convertite, solamente 4/18 nel match odierno (appena il 22%).

Se l’è vista decisamente più brutta il russo Aslan Karatsev, recentissimo vincitore del torneo di Sydney. Il sovietico ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per venire a capo dello spagnolo Jaume Munar, sconfitto solamente dopo quasi cinque ore con lo score di 3-6 7-6(1) 6-7(3) 6-4 6-4. Adesso per il semifinalista della scorsa edizione ci sarà l’americano Mckenzie McDonald, vittorioso in quattro set (5-7 6-4 6-3 6-2) sul serbo Nikola Milojevic. Karatsev ci ha messo tantissimo a carburare contro un giocatore che è riuscito a disinnescare alla perfezione le sue accelerazioni, almeno inzialmente. Il russo si è trovato sotto nel punteggio addirittura di un set e di un break, prima di aggiudicarsi il secondo set al tie-break. Lo spagnolo non ha mollato andando a prevalere nel terzo parziale (sempre al tie-break) ma alla fine a fare la differenza è stata la maggior potenza del russo, che si è aggiudicato le ultime due frazioni.

Nella notte bene anche il canadese Denis Shapovalov, che ha battuto in quattro set (7-6(3) 6-4 3-6 7-6(3)) il serbo Laslo Djere e lo spagnolo Carlos Alcaraz Garfia, autore di un esordio sul velluto contro il cileno Alejandro Tabilo (6-2 6-2 6-3). Tutto facile anche per Gael Monfils, recente trionfatore nel torneo di Adelaide 1. Il francese non ha avuto alcun problema contro l’argentino Federico Coria, tramortito da un severo 6-1 6-1 6-3. Buonissimi successi anche per il russo Karen Kachanov contro l’americano Denis Kudla (3-6 6-3 6-2 7-6(2)) e per il polacco Hubert Hurcacz contro il biellorusso Egor Gerasimov (6-2 7-6(3) 6-7(5) 6-3).

Benissimo anche lo spagnolo Pablo Carreno Busta, che ha avuto bisogno di un tie-break ma alla fine ha sconfitto l’esordiente Slam argentino Thomas Etcheverry: 6-1 6-2 7-6(2) lo score finale. Brutta battuta d’arresto infine per Thanasi Kokkinakis, forse stanco dopo l’exploit della scorsa settimana nel torneo casalingo di Adelaide 2. Il tennista aussie non è mai entrato in partita contro il tedesco Yannick Hanfmann, che ha prevalso meritatamente per 6-2 6-3 6-2. Il teutonico sarà l’avversario di secondo turno di Rafael Nadal.