Australian Open 2021, quattro scenari: si discute anche di cambio delle date o cancellazione

Australian Open 2017 - Foto Ray Giubilo

Quattro ipotesi già al vaglio degli organizzatori degli Australian Open 2021. Mancano ancora otto mesi, ma il futuro dell’unico torneo di tennis del Grande Slam che si è disputato in questa stagione è già d’attualità. L’emergenza coronavirus ha fatto sorgere alcune problematiche, prima su tutte la scadenza a luglio della copertura assicurativa di Tennis Australia (anche per le pandemie). Come riporta Michal Samulski sono in corso negoziati tra le parti, ma questo potrebbe portare a quattro diversi scenari per l’edizione 2021.

QUATTRO IPOTESI – Ad affiancare la possibilità, che tutti auspichiamo, di una disputa a porte aperte e in maniera completamente regolare, il piano B è quello di giocare a porte chiuse. Le altre due ipotesi sono decisamente più complicate: se l’emergenza coronavirus non dovesse essere ancora rientrata a gennaio 2021 si potrebbe pensare a un cambio di date, rinviando la competizione nei mesi successivi. Infine l’opzione che tutti scongiurano, vale a dire la cancellazione dell’edizione 2021 con il ritorno sui campi aussie dal 2022.