Australian Open 2020, Federer: “Spero di stare meglio al più presto. Al momento non voglio ritirarmi”

Roger Federer - Foto Roberto Dell'Olivo

Oggi mi sono riposato fino alla fine e non sentivo dolori. Era un segnale positivo. Il modo in cui mi ero sentito nel primo set contro Sandgren mi aveva incoraggiato, quindi ho pensato di poter arrivare a questa partita. Avevo bisogno di riposare per evitare ulteriori problemi. Oggi ho giocato senza avere nulla da perdere”. Queste le parole di Roger Federer dopo la sconfitta contro Novak Djokovic in semifinale agli Australian Open 2020. Lo svizzero si è arreso in tre set al serbo, non riuscendo a esprimersi al meglio anche a causa delle precarie condizioni fisiche. Ho cercato di tenere il ritmo il più basso possibile – ha affermato l’elvetico in conferenza stampa -. Il mio servizio però non ha funzionato. Lui è stato indiscutibilmente meglio di me”.

“Quanto mi ci vorrà per essere di nuovo al 100%? Non lo so, ma credo presto – ha continuato Federer -. Spero di stare bene per il Match for Africa. Voglio essere al 100% prima di iniziare ad allenarmi per Dubai. Io qui l’anno prossimo? Non si sa mai cosa succederà in futuro, soprattutto alla mia età. Al momento però non è mia intenzione ritirarmi”.