Atp Umago 2019: Caruso supera in tre set Coric e strappa il pass per i quarti di finale

Salvatore Caruso - Foto Roberto dell'Olivo

Salvatore Caruso vince 6-2, 3-6, 6-1 contro Borna Coric, al termine della sfida valida per gli ottavi di finale dell’Atp di Umago 2019. L’azzurro conquista una vittoria di ottima fattura contro un avversario di grande valore e testa di serie numero due del torneo, sfoderando il suo miglior tennis. Dunque Caruso accede ai quarti di finale e affronterà Facundo Bagnis, che ha sconfitto Nino Serdarusic in due set.

LA CRONACA – Nel primo set Caruso attua una partenza straordinaria, condita da colpi incisivi in risposta con il dritto e solidità da fondo campo, che permettono al siciliano di condurre per 3-0 con pesantissimo doppio break primordiale. L’azzurro continua con personalità a prendere iniziativa da fondo campo e mantiene il turno di battuta del quarto game annullando peraltro due insidiose palle break in favore di Coric: 4-0 il punteggio. Il croato prova a reagire e inanella alcuni vincenti di ottima fattura con il dritto, ma non riesce ad impensierire l’avversario in risposta ed il risultato scivola rapidamente sino al 5-2 azzurro. Il turno di servizio dell’ottavo game è gestito con maestria da Caruso, il quale si mostra ancora attento e determinato e chiude sul 6-2 il primo parziale vincendo un braccio di ferro sulla diagonale del rovescio croato, peraltro punto di forza del suo avversario.

Il secondo set si apre con il croato che opera un inizio molto simile a quello dell’avversario nel parziale precedente, aumentando vistosamente l’intensità del proprio gioco e va sopra 2-0 con grande caparbietà in risposta. L’azzurro non ci sta e ottiene un immediato contro-break sugli sviluppi del terzo gioco, riuscendo a strappare il servizio a Coric con un recupero stupendo su una smorzata del croato: 2-1. Successivamente Coric sale nuovamente in cattedra e riesce a far valere il suo dinamismo che lo proietta rapidamente sul 5-2, con Caruso che accusa psicologicamente la risalita emotiva della testa di serie numero due del tabellone. L’epilogo del set si concretizza nell’ottavo gioco, con il croato che mantiene a 0 il proprio turno di battuta e chiude sul 6-3.

Il terzo set si apre con un Caruso arrembante, il quale comprende un momento di flessione dell’avversario dopo il grande sforzo del parziale precedente e sfrutta l’occasione per piazzare un break potenzialmente fondamentale nel secondo gioco, per poi portarsi sul 3-0 grazie ad una prima esterna vincente. L’azzurro gioca strategicamente sul nervosismo dell’avversario e con grande tenacia costruisce punto su punto il suo successo, che si realizza nel corso del settimo gioco, in quanto Caruso tiene il turno di battuta a 0 e conclude in bellezza sul 6-1, peraltro con doppio break attuato nel game precedente.