Atp Stoccolma 2021, Sinner fuori agli ottavi di finale: Murray passa in due set

Jannik Sinner

Subito fuori Jannik Sinner negli ottavi di finale del torneo Atp di Stoccolma 2021. L’altoatesino, beneficiario di un bye al primo turno, è costretto a cedere il passo ad un grande Andy Murray. Quest’ultimo prevale per 7-6 (4) 6-3 dopo 2h e 15 minuti e domani nei quarti di finale se la vedrà contro lo statunitense Tommy Paul. Rammarico per l’azzurro, che doveva vincere l’evento svedese e sperare che Auger-Aliassime non arrivasse in finale per presentarsi da top ten nella prossima stagione. Rimane comunque una grandissima stagione quella dell’altoatesino. Un 2021 in cui si è aggiudicato ben quattro titoli ed in cui ha sfiorato anche un clamoroso accesso alle Atp Finals di Torino. Questa sera Sinner si è poi dovuto inchinare di fronte ad un grande Andy Murray, che nella sfida secca ha confermato per l’ennesima volta ci essere un osso duro per chiunque.

IL TABELLONE

IL MONTEPREMI

RIVIVI LA DIRETTA LIVE DELLA PARTITA

IL MATCH – E’ un Murray decisamente propositivo quello del primo set. Lo scozzese, infatti, è abile a mischiare le carte costringendo Sinner a giocare sempre un colpo in più. L’azzurro non gioca male e, nonostante serva per secondo, riesce agilmente a rimanere attaccato al punteggio. Nel settimo game è lui ad avere l’opportunità di strappare il servizio al britannico ma quest’ultimo si salva con coraggio. Si arriva al tie-break. Jannik parte subito forte ma Murray rientra immediatamente in partita. Il momento decisivo arriva sul 5-4 in favore dello scozzese.

Qui l’altoatesino commette un deletereo doppio fallo che consegna di fatto l’atto decisivo al suo avversario per sette punti a quattro: 7-6 (4). Nel secondo set le cose si mettono subito bene per il britannico. Quest’ultimo trova il break già nel terzo gioco (2-1). Nel settimo, poi, si procura ben due opportunità per uccidere definitivamente la partita ma Sinner è caparbio nel cancellarle con coraggio (4-3). Nessun problema per lo scozzese, che trova il doppio break nel nono gioco e chiude i conti sul 6-3.