Atp San Pietroburgo 2018: Cecchinato elimina Lacko in due set e vola ai quarti

Marco Cecchinato - Foto Ray Giubilo

Marco Cecchinato si impone contro Lukas Lacko nel secondo turno dell’Atp di San Pietroburgo 2018 con il punteggio di 7-5 7-6 (8-6). Domani affronterà ai quarti di finale il vincente del match tra Youzhny e Bautista-Agut, in campo nel pomeriggio. Per l’azzurro sono i primi quarti di finale in un torneo indoor a livello Atp.

Il tennista siciliano ha giocato un match solido, riuscendo a comandare spesso lo scambio, cercando di limitare il numero di errori non forzati e mettendo in difficoltà il suo avversario. Tuttavia Lacko ha sprecato diverse occasioni in entrambi i set: nel primo ha servito per vincerlo, mentre nel secondo ha sprecato cinque set point consecutivi che lo avrebbero portato al terzo.

LA CRONACA – L’inizio del primo set è a favore di Lacko: il tennista slovacco mette a segno il break nel terzo gioco, sfruttando due errori di Cecchinato, il primo di dritto e il secondo di rovescio, sul 30-30. L’azzurro tenta di rifarsi subito sotto nel game successivo, ma è bravo il suo avversario a risalire dal 15-30 e a vincere il game. Sul 4-3 Lacko è costretto a salvare due palle break consecutive – la prima con un dritto vincente, la seconda con un’ottima prima di servizio – e a portare a casa il game ai vantaggi. Sotto 5-4, Cecchinato riesce a giocare un bel game in risposta, procurandosi tre palle del contro-break: la terza è quella buona e grazie ad un rovescio lungolinea agguanta l’avversario sul 5-5. Nel dodicesimo gioco il palermitano riesce a breakkare nuovamente Lacko, chiudendo così la prima frazione 7-5 in suo favore (al sesto set point).

Nel secondo set Cecchinato parte meglio: nel quarto gioco strappa a 30 la battuta allo slovacco, chiudendo il game con una pregevole stop-volley di dritto. Tuttavia Lacko rimane concentrato e nel settimo gioco controbreakka l’avversario grazie ad un brutto errore di dritto dell’azzurro sulla palla break. Nel seguente game il tennista slovacco salva una pericolosa palla del 5-3, che avrebbe mandato Cecchinato a servire per il match. I game successivi scorrono via abbastanza rapidamente: sarà il tie-break a decidere il set. Partenza a razzo di Lacko che va avanti 5-0 e poi 6-1, ma spreca incredibilmente tutti e cinque i set point, di cui due con il servizio a disposizione. Sul 7-6 per il siciliano, Lacko commette un altro errore: Cecchinato vince la seconda frazione 7-6 (8-6 al tie-break).