ATP Next Gen Finals 2019: la favola Sinner non si ferma, sarà finale contro De Minaur

Jannik Sinner Next Gen Finals Milano Jannik Sinner - Foto Antonio Fraioli

Jannik Sinner batte Miomir Kecmanovic e vola in finale alle ATP Next Gen Finals 2019. L’azzurro dopo aver vinto il girone B cedendo solo ad Humbert si è fatto trovare pronto all’appuntamento del venerdì contro il serbo che è stato regolato con il punteggio i 2-4 4-1 4-2 4-2. In finale l’azzurro troverà il numero uno del seeding Alex De Minaur. 

PRIMO SET – Sinner apre tenendo a zero il servizio nel game inaugurale, lo stesso vale per Kecmanovic che trova buone percentuali e a sua volta non concede un quindici (1-1). Nel terzo gioco il tennista serbo si crea due chance di break e dopo uno scambio prolungato riesce a convertire (1-2). Sullo scambio lungo Sinner fatica ad uscire vincitore e si trova ad affrettare troppo il gioco regalando gratuiti, inoltre con i suoi colpi dà troppo ritmo ad un rivale che si trova a proprio agio con la palla dell’azzurro. Nel quinto gioco Kecmanovic brucia tre set point facendosi rimontare da 15-40, dopo il cambio campo non ha problemi il serbo a servire e chiudere il parziale (2-4).

Ad inizio secondo set le dinamiche della prima frazione non mutano particolarmente, i due contendenti si vanno valere nei turni di battuta che inaugurano la ripresa. Nel quarto gioco con due ottimi rovesci l’azzurro balza sullo 0-30 e riesce ad operare il break in occasione del punto secco (3-1). Nel quinto gioco è agevole la chiusura per l’altoatesino (4-1). In apertura di nuovo set Sinner mostra di aver preso definitivamente le misure sugli scambi prolungati e brekka a zero nel primo gioco (1-0). Quando sembra poter andare spedito l’azzurro si trova costretto a fronteggiare due palle del contro-break, un vincente di dritto ed una prima di servizio gli permettono di rintuzzare il rivale (2-0). Nel sesto gioco si arriva al 40-40, palla del tie-break da una parte e set point dall’altra. Perfetta la prima di Sinner che vince il set (4-2). 

Nel quarto parziale Kecmanovic insidia Sinner nel secondo game, ma non va oltre il 30-30. Al contrario nel gioco successivo l’altoatesino con una volée chiude il killer point e breakka lanciandosi verso il successo (2-1). Nel quinto gioco l’azzurro fallisce tre match point sul servizio rivale, rimedierà dopo la pausa staccando il pass per la finale (4-2)