Atp Gstaad 2019: Fabbiano al secondo turno, Ehrat sconfitto in due set

Thomas Fabbiano - Foto Roberto Dell'Olivo

Thomas Fabbiano si impone su Sandro Ehrat nel primo turno dell’Atp di Gstaad 2019 con il punteggio di 6-4 7-5, in un’ora e cinquantatré minuti di gioco. Al secondo turno il pugliese affronterà Lorenzo Sonego, testa di serie numero quattro, in un derby tutto azzurro.

Accede al secondo turno Thomas Fabbiano, probabilmente facendo più fatica del previsto. Il tennista azzurro è stato messo in difficoltà dalla wild card locale Ehrat che ha onorato al meglio l’invito degli organizzatori. Il pugliese non ha giocato un incontro brillante: ha infatti commesso parecchi errori gratuiti e ha dovuto recuperare un break di svantaggio in entrambi i set. Nel primo parziale Fabbiano è sembrato molto in difficoltà, ma è comunque riuscito a ritrovarsi e a giocare discretamente nei momenti clou della partita.

Nel primo set parte male Fabbiano e perde il servizio ai vantaggi nel secondo gioco dopo aver mancato anche due palle game, commettendo inoltre due doppi falli consecutivi e una serie di errori non forzati. Avanti 3-1 Ehrat si complica la vita da solo e subisce ai vantaggi il contro-break alla seconda occasione concessa, dopo aver mancato ben sei palle game di cui tre consecutive. Sul 3-3 lo svizzero salva una pericolosa palla break con un servizio vincente e conquista poi il gioco ai vantaggi. Nel nono gioco l’azzurro mette a segno un altro break, questa volta a trenta, portandosi dunque avanti 5-4. Al cambio campo il pugliese non ha problemi e tiene il servizio, aggiudicandosi così la prima frazione con il punteggio di 6-4.

Il secondo game del secondo set è interminabile (28 punti giocati): Fabbiano riesce però a conquistarlo ai vantaggi dopo aver salvato ben sei palle break. Nel sesto gioco Ehrat strappa – alla quarta occasione- ai vantaggi il servizio al suo avversario, portandosi avanti di un break. La reazione del tennista azzurro è immediata e nel game successo contro-breakka l’elvetico a trenta. Avanti 4-3 lo svizzero si procura una pericolosa palla break, ma la spreca commettendo un errore di rovescio. Nell’undicesimo gioco il numero 386 del mondo concede il break ai vantaggi dopo aver mancato una palla game, sbagliando tra l’altro un facile smash sulla palla break. Il pugliese tiene poi il servizio a quindici e si porta quindi a casa anche la seconda frazione con il punteggio di 7-5.