Atp Finals Londra 2020, il regolamento: ecco come funzionano i gironi

Rafael Nadal - Foto Roberto Dell'Olivo

Il regolamento e come funzionano le Atp Finals di Londra 2020, in programma dal 15 al 22 novembre. Parte l’ultimo torneo stagionale per quanto concerne i big del circuito. Chi avrà la meglio? Lo scorso anno ha trionfato Tsitsipas in finale contro Thiem.

CLASSIFICHE E RISULTATI AGGIORNATI

IL MONTEPREMI DEL TORNEO

IL REGOLAMENTO

Gli otto giocatori del singolare sono suddivisi in due round robin. Il numero 1 del seeding (Djokovic) è stato sorteggiato nel gruppo Tokyo mentre la testa di serie numero 2 nel gruppo Londra: il sorteggio è stato effettuato a coppie tra il 3 e il 4, il 5 e il 6, il 7 e l’8. Il vincitore del gruppo Tokyo andrà ad affrontare in semifinale la seconda forza del gruppo Londra, e viceversa. Si gioca al meglio dei tre set tutti con tie-break. Per il doppio invece nel terzo parziale è previsto un match tie-break al 10 e si gioca senza vantaggi (punto secco sul 40-40). Le due riserve sono Matteo Berrettini e Denis Shapovalov che subentreranno in caso di forfait di uno degli 8 protagonisti.

CHI VA IN SEMIFINALE?

In caso di parità di punteggio si applicano determinati criteri per constatare la posizione in classifica. Di seguito criteri per le classifiche:

1 – Numero di vittorie
2 – Numero di incontri disputati (esempio: Medvedev ha un rapporto vittorie/sconfitte di 2-1, mentre Djokovic ha un rapporto vittorie/sconfitte di 2-0. Si dia il caso che Djokovic non possa disputare la terza partita di round robin per infortunio. Chi va in semifinale? Medvedev per il maggior numero di match giocati)
3 – Scontri diretti in caso di parità tra due tennisti
4 – In caso di parità tra tre tennisti:
a) il giocatore che avrà giocato eventualmente meno di tre incontri (subentrato come riserva) verrà automaticamente eliminato. Viene preso in considerazione dunque lo scontro diretto tra i due tennisti restanti;
b) più alta percentuale di set vinti
c) più alta percentuale di game vinti