Atp Finals 2019, Berrettini: “Non vedo l’ora di giocare, mi sento pronto”

Matteo Berrettini Shanghai Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

L’azzurro Matteo Berrettini si prepara all’esordio contro Novak Djokovic alle Atp Finals 2019, sfida che promette sicure emozioni. Il classe ’96 romano, numero 8 del ranking mondiale e dunque ultimo qualificato alla prestigiosa competizione, ha rilasciato alcune significative dichiarazioni prima dell’incontro in programma domenica 10 novembre, di seguito riportate.

Queste la parole introduttive di Berrettini:  “Non mi aspettavo di arrivare fin qui all’inizio della stagione, per la verità non ci speravo neppure, fino pochi mesi fa. Dopo gli US Open è cambiato tutto. Sono un ragazzo che cerca sempre di migliorare, come persona e come giocatore. Non mi aspettavo di essere qui all’inizio della mia carriera, ma ora sono felice. Alle Finals partecipano solo i migliori, sono tutti giocatori fantastici, ed è inutile pensare se ho avuto un sorteggio facile o difficile. L’unica cosa che penso in questo momento è che sono felice e non vedo l’ora di giocare. Mi sento pronto“.

L’italiano ha successivamente detto la sua riguardo Roger Federer, fra gli sfidanti del suo girone: “Roger resta senza dubbio il giocatore che mi mette più in difficoltà. Dispone di così tante varietà, colpisce sempre in modo diverso, è difficile da leggere. Non ti lascia capire come puoi ostacolarlo. Affrontarlo a Wimbledon è stata un’emozione troppo forte, ma ho imparato moltissimo da quel match”.