Atp Adelaide 2020: Rublev batte Auger-Aliassime a un passo dal baratro, sarà finale contro Harris

Andrey Rublev - Foto Ray Giubilo

Sarà Andrey Rublev a sfidare Lloyd George Harris nella finale del torneo Atp di Adelaide 2020. Il tennista russo ha avuto la meglio di Felix Auger-Aliassime in tre set con il punteggio di 7-6(5) 6-7(5) 6-4 e ha centrato dunque l’obiettivo finale, in cui sfiderà in uno scontro che si prospetta equilibrato il sudafricano che ha battuto in mattinata lo statunitense Tommy Paul col punteggio di 6-4 6-7(3) 6-3.

RUBLEV COL BRIVIDO – Primo set equilibrato tra Rublev e Auger-Aliassime: sono due le palle break per il russo, in due game diversi, addirittura tre nel sesto game per il canadese, che rimpiangerà poi di non aver trovato il break, visto che al tie-break è costretto a cedere 7-5 all’avversario. Il secondo set sulla falsa riga del primo: palle break non sfruttate da entrambi, addirittura una palla match per Rublev nel dodicesimo game, salvata da Auger-Aliassime che porta ancora il set al tie-break e stavolta la spunta per 9-7. Si va dunque al terzo set e si parte con un 3-0 in favore del tennista canadese: c’è dunque il break di vantaggio per il giovane nordamericano, ma il russo riesce a trovare il controbreak e pareggia i conti sul 3-3. Tutto da rifare dunque: Rublev sembra averne di più e trova un altro break nel momento migliore, vale a dire il nono game. Va al servizio e con autorità chiude a trenta per il 6-4 definitivo.

HARRIS IN FINALE – Lo sfidante sarà un ottimo Lloyd Harris, che ha battuto come da pronostico l’americano Paul. Primo set vinto dal sudafricano, che trova due break consecutivi e resiste nel finale del parziale in cui subisce il controbreak, ma può chiudere nel successivo turno di battuta per 6-4. Nel secondo set, invece, botta e risposta con Paul che trova il break ma subisce l’immediato controbreak di Harris: si va così a tie-break e la spunta nettamente l’americano, che dunque trascina tutto al terzo set. Qui però non c’è storia: Harris trova il break e nell’ottavo game potrebbe anche chiudere, ma non sfrutta il match point a disposizione, vincendo comunque il set per 6-3 nel successivo turno di battuta favorevole e dunque il match.