Speed Skating, Noemi Bonazza e David Bosa squalificati: rifiutati allenamenti con ct Marchetto

Noemi Bonazza - Foto IOC Young Reporters - CC BY-NC-SA 2.0

Sono finalmente spiegate le squalifiche a Noemi Bonazza e David Bosa alle tappe di Coppa del Mondo 2017-2018 di speed skating. I due atleti azzurri, da quanto riporta il “Trentino”, sono stati esclusi dalla Federghiaccio dopo l’abbandono del raduno federale di fine luglio e successivamente non convocati per la World Cup. Il motivo di tutto ciò è presto spiegato: i due skater volevano essere allenati da Giorgio Baroni, già allenatore del settore giovanile, e non dal ct Maurizio Marchetto.

La 19enne trentina ha fatto chiarezza sulla spiacevole situazione: Sono delusa, per tutto quello che è accaduto. Oltre alla mancata convocazione per la Coppa del Mondo, adesso è arrivata anche questa squalifica che non mi consente di gareggiare. Peccato perchè ad ottobre avevo ottenuto buone prestazioni. Preferisco allenarmi con Giorgio perché, oltre ad essere cresciuta con lui, mi mette nelle migliori condizioni mentali e psicologiche. Insomma sono serena”. Anche Bosa, primatista italiano dei 500 metri, ha lasciato qualche parola a riguardo: “E’ sicuramente un periodo molto difficile perché non so come e dove trovare la motivazione per continuare a pattinare dopo tanti sacrifici. Per me la squalifica morale era già non partecipare alla Coppa del Mondo, adesso non posso più gareggiare. E’ dura da digerire”.