Sci alpino, Matteo Guadagnini sullo slalom femminile: “L’intento è di lavorare sulle giovani”

Lara Della Mea Lara Della Mea - Foto Marco Trovati/Pentaphoto

Ci si avvicina al secondo appuntamento stagionale al femminile per quello che concerne lo sci alpino. Sabato 23 novembre a Levi ci sarà il primo slalom tra le donne, in cui ben sei azzurre proveranno a rendersi protagoniste: si tratta di Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini, Marta Rossetti, Roberta Midali e Anita Gulli. Quest’ultime seguite dal tecnico trentino Matteo Guadagnini che ragiona soprattutto in ottica futura: “Abbiamo svolto una preparazione regolare, l’intento della Federazione è quello di lavorare sulle giovani per ricreare uno zoccolo duro – ha rivelato l’allenatore della squadra femminile –. Un’operazione che richiede tempo e tanta fiducia, ma ci stiamo provando con entusiasmo ed energia. Abbiamo avuto i primi confronti con le altre nazioni proprio qui in Finlandia, ad esempio con le svizzere, e i riscontri sono stati positivi. Secondo me uno step in avanti è stato fatto, tutte le ragazze sono in grado di puntare alla qualificazione per la seconda manche sin da Levi, anche se la pista non è certamente la migliore per le nostre caratteristiche, ma non dovrà più essere una scusa”.