Sci alpino, Levi 2019: Shiffrin un passo avanti a tutte, tra gli uomini è lotta aperta

Mikaela Shiffrin - Foto Gabriele Facciotti/Pentaphoto Mikaela Shiffrin - Foto Gabriele Facciotti/Pentaphoto

La Coppa del Mondo 2019/2020 di sci alpino prende davvero il via dopo la tappa inaugurale di Soelden di fine ottobre. Nella località finlandese di Levi si disputano le gare dello slalom speciale maschile e femminile, che anticipano la trasferta in Nord America delle prossime settimane.

CACCIA A SHIFFRIN – Per quanto riguarda le donne, le aspettative sono le stesse della scorsa stagione. Mikaela Shiffrin è la superfavorita per la coppa di specialità, oltre che per quella generale. La statunitense, dopo essere stata battuta da Alice Robinson nel gigante di Soelden, va a caccia di una vittoria tra le porte strette per affermare la propria supremazia. In poche possono pensare di infastidire la classe 1995: una di queste è Petra Vlhova, che già nella passata stagione aveva in alcune occasioni messo in difficoltà la campionessa. In seconda fila troviamo anche Wendy Holdener, reduce da due ottime stagioni.

L’Italia si presenta al cancelletto di partenza in un momento di ricambio generazionale. Dopo l’addio di Manuela Moelgg, anche Chiara Costazza ha chiuso la propria carriera. Dopo l’esperta Irene Curtoni, quindi, si contano una serie di giovani promesse da coltivare, con ampi margini di miglioramento. La ventenne Lara Della Mea e la ventiduenne Martina Peterlini sembrano essere, al momento, le due azzurre con maggiore potenziale.

CHI PRENDE IL POSTO DI HIRSCHER? – Il ritiro di Marcel Hirscher ha lasciato un vuoto nello slalom speciale e nel gigante. Henrik Kristoffersen, che ha dato battaglia all’austriaco più di ogni altro nelle ultime stagioni, è probabilmente il favorito numero uno al momento. Il pronostico, però, è molto più aperto rispetto a quello della gara femminile. Sono davvero tanti gli atleti che possono puntare a un successo. I due francesi Alexis Pinturault e Clement Noel hanno tutte le carte in regola per ambire al gradino più alto del podio. Il combinatista è reduce da un ottima stagione in slalom, mentre il suo connazionale ha vissuto in crescendo l’ultimo anno, conquistando tre vittorie nel 2019. Attenzione però a un trio austriaco con nomi altisonanti come quelli di Manuel Feller, Marco Schwarz e Michael Matt. Tutti e tre si sono già dimostrati capaci di potersi giocare le prime posizioni, anche se (in particolare Feller) hanno meno costanza di altri top.

La pattuglia azzurra si presenta senza atleti in grado di competere per la vittoria, ma con le giuste congetture il podio può essere un obiettivo possibile, seppur molto difficile da raggiungere. Manfred Moelgg cerca una prestazione di livello per iniziare la stagione anche tra le porte strette dopo l’amaro ventesimo posto di Soelden, mentre c’è attesa per vedere all’opera il giovane Alex Vinatzer, che aveva ben impressionato nella seconda parte della scorsa stagione. Ci sono aspettative anche su Stefano Gross e Giuliano Razzoli, poco costanti nel corso della stagione ma capaci di ottimi risultati nelle giornate giuste.