Sci alpino, Irene Curtoni: “Continuo per un altro anno, voglio lasciare con amore”

Irene Curtoni Irene Curtoni - Foto Pentaphoto/Alessandro Trovati.

Irene Curtoni ha chiuso al dodicesimo posto lo slalom femminile delle Finali di Soldeu 2019, ultima gara dell’anno nella quale l’azzurra era impegnata. Nello stesso giorno in cui Chiara Costazza annuncia il proprio addio alle gare agonistiche, la Curtoni invece conferma di continuare per almeno un altro annoIn teoria vorrei continuare ancora in anno, avrei voglia di lasciare con un po’ più d’amore, ora sto solo soffrendo. Sapevo di Costazza, ci aggiornavamo man mano sulle nostre intenzioni. Vedendo lei e prima ancora Manuela Moelgg l’anno scorso, qualcosa senti dentro. Diamo tanto per lo sport, a un certo punto è giusto staccare. Io e Chiara siamo entrate in squadra nel 2002 insieme, lei era più forte ed è stata l’immagine dello slalom per tutti questi anni. Spesso la Nazionale di slalom è stata criticata, noi abbiamo sempre tenuto la testa alta, cercando di tirare avanti la disciplina”.

L’azzurra, oggi non al meglio a causa dei soliti problemi fisici che la affliggono, racconta le proprie sensazioni dopo la gara in Andorra: “Questo di Soldeu è un bellissimo slalom, mi fa così rabbia non poter essere neppure al mio 30%. Adesso sto molto meglio, non farei le gare se non mi sentissi a posto, ma da metà stagione in poi è stato un inverno difficile. Vorrei tornare come stavo fino a gennaio, mi sono allenata con obiettivi chiari in testa, stava andando tutto nella direzione giusta, ma se non sei a posto è difficile competere. E adesso non ce la faccio più”.